Il Regno Unito valuta il road pricing, la tassa sull’uso della strada

1722 0
1722 0

Tassa sulla circolazione, ma non è il bollo auto. Il Governo inglese sta valutando il road pricing, ovvero l’imposta sulla circolazione su strade pubbliche. 

Una tassa sui chilometri effettivamente percorsi da ogni cittadino, rilevata grazie alla informazioni fornite di GPS presenti sulle automobili. Lo riporta l’autorevole The Times.

Il provvedimento è sotto serie valutazione da parte squadra del Cancelliere dello Scacchiere e del Tesoro Rishi Sunak. Punta a bilanciare gli effetti di un annuncio importante.

Il Governo del Regno Unito ha dichiarato l’intenzione di bloccare dal 2030 la vendita di auto a benzina e a gasolio (ma anche a gas e ibride). Tutte le auto a motore endotermico. Eccezion fatta delle plug-in ibride, ma solo fino al 2035. 

I mancati incassi con dalla vendita di carburante

Questa decisione comporterebbe una enorme perdita di entrate fiscali, dovete alle accise sui carburanti e anche alle non entrate dovute dal bollo auto (che le auto elettriche non pagano in UK, come in molti altri stati). La cifra quantificata sarebbe enorme, 45 miliardi di euro (40 miliardi di sterline) l’anno di incassi in meno da parte dello stato.

Non è ancora chiaro se questa tassa per l’utilizzo delle strade pubbliche sarà applicata anche alle auto elettriche. In ogni modo, la prospettiva non è imminente, ha dichiarato l’esecutivo inglese. Ma è certamente votata a creare un acceso dibattito.

Ultima modifica: 24 Novembre 2020