Opel Grandland GSe, prova del Suv elettrificato alla spina

84 0
84 0

Grand Sport electric, 300 cavalli alla spina per Opel Grandland GSe, Suv ibrido plug-in che associa sportività e sostenibilità.

Una doppietta speciale, che riprende una sigla storica del Marchio tedesco di Stellantis. GSe arrivò nel 1970, per la precisione con GS/E, quale versione top di gamma sulla Commodore, e stava per Grand Sport Einspritzung, ovvero iniezione.

Leggi ora: Opel Grandland, la prova di QN Motori

Ora si va di elettrificazione. Con la sincronia del 1.6 turbo benzina all’anteriore da 200 cavalli, abbinato da un propulsore elettrico da 110 cv, mentre al posteriore spinge un altro motore elettroni da 113 cv che permette la trazione integrale.

Il tutto gestito da un cambio automatico a otto marce. E oltre alla potenza combinata di 300 cv, ci sono ben 520 Nm di coppia di sistema che garantiscono risposte sempre pronte.

Grandland GSe, che in famiglia ha anche le versioni sportive di Astra berlina e la wagon Sports Tourer, spicca a prima vista per una dotazione estetica personalizzata.

A partire dai cerchi da 19 pollici Monza, il paraurti anteriore specifico, la livrea bicolore, anche con il cofano nero, optional.

Sviluppata, ingegnerizzata e prodotta in Germania a Eisenach, la sport utility si differenzia anche in abitacolo con i sedili sagomati in Alcantara e certificati da AGR, l’ente indipendente di medici posturologi tedeschi. Si presenta con il sistema multimediale Navi Pro con schermo da 12 pollici, telecamera posteriore e un corredo di sistemi di assistenza alla guida adeguato.

Pronta per divertire ed essere virtuosa nell’uso quotidiano. Il classico casa-ufficio o altre attività abituale. La batteria da 14,2 kWh di capacità garantisce una autonomia al 100% elettrica di circa 60 km e fino a 135 km/h di velocità massima.

La ricarica da presa domestica avviene in circa 8 ore, ma con il caricabatterie da 7,4 kW (a richiesta) i tempi si accorciano.

Un pacchetto ricco, con un listino conseguente che parte da 55.000 euro di prezzo.

La prova nelle valli bergamasche tra curve e salite dopo un tratto autostradale Opel Grandland GSe ha mostrato un carattere brioso nonostante non sia un peso piuma con i suoi 1.800 kg. La dinamica di guida è più precisa rispetto alle altre versioni, grazie ad aggiornamenti specifici a sterzo e telaio.

Le sospensioni sono dotate di ammortizzatori FSD (Frequency Selective Damping) che modificano la risposta in caso di superiori sollecitazioni per adattarsi meglio alla guida.

Il comportamento è soddisfacente, privilegia leggermente la sportività rispetto al comfort, pur in un contesto molto equilibrato. Viene limitato il rollio, soprattutto se si adotta la modalità Sport. Lo sprint c’è tutto, con una accelerazione da 0 a 100 km/h in 6,1 secondi.

Opel Grandland GSe, come va su strada

Si conferma molto brillante per la categoria dei Suv medi, è lunga 4,48 metri, pronta e vispa, anche nei tratti più ripidi e impegnativi. Nei quali il plus della trazione integrale e della spinta elettrica le permettono un passo notevole.

Come tutte le ibride alla spina necessita di ricariche frequenti per offrire efficienza e risparmio.

 

Di quale Gruppo fa parte Opel?

Opel fa parte del Gruppo Stellantis.

Quando sarà elettrica Opel?

Opel ha attualmente 12 modelli elettrici a listino. Nel 2028 il Marchio commercerà esclusivamente auto elettriche.

Ultima modifica: 17 Marzo 2023

In questo articolo