Mobilità: nasce a Milano la startup per migliorare la circolazione

1725 0
1725 0

In Lombardia vi sono moltissime start up; nel capoluogo lombardo sono nate recentemente nuove realtà con lo scopo di migliorare la mobilità.

In Italia sono migliaia le nuove imprese nella forma di start up, che nascono ogni giorno; in particolare la Lombardia e il suo capoluogo, sono oggi un’incubatrice di nuove piccole realtà che si confrontano sul mercato in tutti i settori. Tra tutte le start up nate, sono tuttavia poche le storie di successo; alla base del loro sviluppo vi è un’idea semplice che talvolta si rivela geniale. Creando una start up, vi è sempre la volontà di creare qualcosa che sia in grado di cambiare le abitudini degli utenti, e abbia lo scopo di facilitare le operazioni quotidiane. In materia di trasporti e mobilità, a volte l’obiettivo delle start up è quello addirittura di salvare delle vite.

A Milano, grazie anche alle iniziative proposte da Assolombarda, le start up possono oggi offrire la loro personale visione per risolvere i problemi della mobilità; l’obiettivo è quello di contribuire in modo importante e concreto allo sviluppo delle città moderne in una nuova chiave smart; le città dovranno essere in grado di affrontare le future sfide della mobilità. Molte start up sono al lavoro per migliorare la circolazione e la mobilità nelle città italiane e rendere quest’ultime più attrattive e allo stesso tempo più inclusive.

Le sfide delle mobilità moderna, sono anche quelle relative alle abitudine dei cittadini. L’obiettivo delle nuove start up che operano sul concetto di mobilità sostenibile e smart city, non è solamente quello di innescare dei cambiamenti importanti, ma anche quello di comprendere le problematiche e porvi rimedio; questo sarà possibile farlo attraverso un esame e uno studio approfondito dei fluissi di mobilità e un’analisi dei dati tecnici.

L’innovazione rappresenta oggi il futuro della circolazione. Basti pensare, ad esempio, all’ampia offerta nel capoluogo lombardo del servizio di bike e car sharing; inoltre, si stanno sempre più sviluppando i servizi telematici, in grado di offrire sempre più in tempo reale le informazioni integrate relative alle offerte proposte dal trasporto pubblico, in base alla localizzazione della persona. Nei prossimi anni le start up dovranno garantire che tutti questi nuovi elementi di innovazione, confluiscano in una nuova e moderna concezione organica della città. Quest’ultima non dovrà più solamente supportare i nuovi stili di mobilità, ma dovrà allo stesso tempo risultare inclusiva, attrattiva e soprattutto sostenibile, per essere in grado di dare risposte concrete alle sfide della mobilità del futuro.

Ultima modifica: 8 Giugno 2018