Mercedes Amg C 63 S E Performance, la berlina da F1

200 0
200 0

Mercedes Amg C 63 S E Performance sprigiona potenza, con il quattro cilindri più potente al mondo, ma è elettrificata e pure virtuosa, seppur votata alla prestazione.

Disponibile in carrozzeria berlina e wagon, punta a validare il concetto di botte piena e moglie ubriaca. Si può fare secondo la Stella a tre punte. Rappresenta il definitivo approdo dell’intera gamma della Classe C ai motori a quattro cilindri: addio ai frazionamenti più nobili, le emissioni non perdonano.

Mercedes Amg C 63 S E Performance

Nulla da fare, volenti o nolenti, strada è tracciata: a suon di primati. Il 2 litri M139, montato longitudinale, è capace di erogare 476 cavalli, per un rapporto record di 238 cavalli/litro. Si aggiungono e 545 Nm di coppia che spingono all’anteriore. Il propulsore elettrico al posteriore aggiunge 204 CV, per arrivare a 680 cavalli di potenza di sistema e 1.020 Nm di straripante coppia.

Una esuberanza mostruosa per la “C” più potente mai assemblata: la precedente generazione col V8 si fermava a 510 cavalli, ma va detto che pesava circa 400 kg in meno. Da non dimentiocare

Altro dettaglio fondamentale, la batteria da 400V e da 6,1 kWh, retaggio dell’esperienza in F1. Regala 13 km di marcia elettrica, ma si ricarica, anche in marcia, molto velocemente, permettendo di avere sempre le massime prestazioni. È dotata di un raffreddamento a liquido diretto, non esterno, delle 560 celle. Reattiva, sempre.

La Casa della stella tre punte ha fatto il suo meglio per ottimizzare la massa: l’accumulatore pesa 89 kg. Alla resa dei conti c’è un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 3,4 secondi e una punta fino a 280 km/h (270 per la SW).  Il propulsore elettrico impiega il 100% della potenza col kickdown deciso e per 10 secondi. Di regola eroga tra il 20% e l’80% a seconda delle modalità di guida, che sono ben otto, più la funzione drift. Per andare di traverso.

Il consumo di C 63 S E Performance nel ciclo combinato è di 6,9 litri/100 km, ovvero una percorrenza di 14,9 km/litro. Ci sono due cambi: si utilizza direttamente lo AMG Speedshift 9G doppia frizione, al quale si aggiunge quello  dedicato al motore elettrico, a due rapporti con la seconda inserita sopra i 140 km/h. Soluzione molto tecnica.

Mercedes Amg C 63 S E Performance, I quattro artigli

Ben ancorata al suolo grazie alla trazione integrale variabile AMG Performance 4MATIC+, con collegamento fisico tra gli assi. Anche quello posteriore è sterzante: di serie, un plus unico tra le medie. Come il Ride Control AMG con sospensioni attive derivato dalla AMG GT Black Series e i freni con dischi compositi: più leggeri.

Più imponente con una lunghezza aumentata di 83 millimetri e la carreggiata allargata di 76. Davanti ci sono i pannelli attivi per convogliare più o meno aria al quattro cilindri. Dietro l’alettone integrato e i quattro grintosi scarichi rettangolari. Cerchi da 19” di serie, da 20” in opzione, sedili sportivi, volante performance e il sistema di infotainment MBUX dedicato alla versione completano in quadro speciale per la C 63 S E Performance.

Leggi ora: tutte le novità Mercedes

Ultima modifica: 27 Gennaio 2023