Lexus LBX, Suv compatto e ibrido, modello della svolta | VIDEO

3425 0
3425 0

Lexus LBX è il modello della svolta per il Marchio di lusso di Toyota, acronimo di Luxury EXportation United States, nato nel 1989 per sfondare, con enorme successo, tra le auto di massimo prestigio in USA.

La Casa presenta un Suv ibrido del Segmento B, nel cuore del mercato, lungo 4,19 metri, che punta a vendere 25.000 unità in Europa nel 2024.

Molto più piccola delle altre vetture della gamma, la più vicina è UX a 4,5 metri, nasce espressamente per i clienti del Vecchio Continente, dove è stata di fatto concepita. Che cercano una seconda Lexus, più agile per la città, o che approdano al Marchio attirati dai contenuti di qualità, lusso e raffinatezza.

LBX, che arriverà sul mercato a febbraio 2024, mantiene l’asticella molto alta, proponendo un livello elevato sotto ogni aspetto: il nome, non a caso, è l’acronimo di Lexus Breakthrough Crossover.

Nasce sulla piattaforma GA-B del Gruppo Toyota, quella di Yaris Cross (leggi la prova di QN Motori) per intenderci. Una architettura dedicata alle compatte: è larga 1,83 metri, con un passo di 2,58 e alta 1,55.

Le concorrenti dirette sono Audi Q2 e Mini Countryman: la giapponese è pronta a sgomitare per farsi largo.

Partendo da uno stile che la differenzia da Yaris Cross, ma che soprattutto lancia un nuovo corso di design in Lexus, battezzato dal costruttore come Resolute Look.

La tipica  griglia a clessidra del Marchio viene aggiornata in chiave più muscolare, mentre in abitacolo, al nostro primo contatto milanese, è percepibile da tutti i materiali la ricerca della qualità, nei materiali, negli assemblaggi e nelle forme.

Lo spoiler posteriore, i gruppi ottici acuminati, i montanti anteriori arretrati per fare apparire il cofano più lungo sono tocchi che la rendono speciale

Lexus LBX non è quindi “solo” un gradino sopra, per eleganza. Punta a una personalizzazione molto più spinta con quattro atmosfere, Elegant, Relax, Emotion e Cool, per interni e esterni, colori, finiture e temi che permettono di configurare auto con vocazioni diverse.

LEXUS LBX

LBX promette un passo da pantera più strada. Alleggerita nei materiali rispetto a Yaris Cross con piccolo abbassamento dell’altezza della seduta e anche del punto d’anca fino a 285 mm che contribuisce a far sentire il guidatore più in sintonia con la LBX, mantenendo un’ottima visuale dal volante, soprattutto quando si guida nel traffico cittadino.

Dettagli che fanno la differenza, come l’affinamento delle sospensioni.

Proporzioni indovinate e cuore speciale. Lexus LBX può essere a trazione anteriore o integrale, comunque sempre full hybrid, formato dal 1.5 3 cilindri, un motore elettrico davanti, uno ulteriore posteriore nel caso della versione 4×4, e una nuova batteria bipolare al nichel-metallo idruro a bassa resistenza ed elevata potenza che permette di viaggiare più a lungo a zero emissioni. Il tutto abbinato a un cambio elettronico a variazione continua.

Lexus LBX, brio ed efficienza 

La potenza di sistema erogata arriva fino a 136 cavalli e 185 Nm di coppia. Permette una accelerazione da 0 a 100 km/h in 9,2 secondi: uno scatto sportiveggiante. Il consumo non è stato annunciato, ma si prospetta interessante, intorno ai 25 km/litro. Anche perché il peso di 1.280 kg non è elevato per un crossover compatto.

In abitacolo, oltre alla posizione di guida “dinamica” spicca nuovo display della strumentazione completamente digitale da 12,3 pollici. A richiesta c’è un head-up display, lo stile interno è fluido, il comparto multimediale è gestito dallo Lexus Link Connect, un touchscreen centrale da 9,8 pollici. Il bagagliaio ha una capacità di 332 litri. La guida assistita di secondo livello è garantita dalla presenza del Lexus Safety System +.

Sarà inizialmente disponibile una serie speciale di 2.000 esemplari, la Lexus LBX Original Edition. Il prezzo della versione d’attacco potrebbe partire da circa 35.000 euro.

Lexus LBX, le foto ufficiali

 

 

 

Ultima modifica: 10 Giugno 2023

In questo articolo