La maledizione del sabato sera, perdono la vita cinque giovani

2041 0
2041 0

Distrazione da cellulare, alcol, ghiaccio, sonnolenza: tornano le stragi del weekend. Undici persone, tra cui 5 giovanissimi, hanno perso la vita in seguito a numerosi incidenti stradali tra Veneto, Lazio, Lombardia e Sicilia. Coinvolto anche un ciclista, falciato da un’auto nel Trevigiano.

Il bilancio più pesante arriva da Noventa di Piave, del Veneziano, dove tre giovani, due ragazze di 23 e 25 anni e un ragazzo di 20, che tornavano da una festa di laurea, hanno perso la vita dopo uno schianto frontale.

Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri l’incidente sarebbe stato causato dall’invasione della corsia opposta da parte della Punto guidata da Chiara Brescaccin che aveva al suo fianco Matteo Gava.

L’auto ha così centrato la Citroen C3 sulla quale viaggiava Giulia Bincoletto, figlia del titolare di un noto locale della zona, di rientro da una festa. Al momento gli investigatori escludono la nebbia e il ghiaccio come possibili cause dell’incidente. Probabile la distrazione da cellulare.

Di questi tre ragazzi resta l’ultimo video spensierato postato su Instagram, poco prima dello schianto, da Giulia Bincoletto («È la festa di laurea della mia amica Giulia»).

Leggi anche: il rapporto ACI-ISTAT sui primi 6 mesi di incidenti nel 2019

Tragedia anche in Sicilia, nel Catanese, dove Antonio Fregapane, 16 anni, è morto dopo essere stato sbalzato fuori dall’auto sulla quale viaggiava con altri amici. Fatale l’impatto con un muretto. L’incidente è avvenuto alle 4.30 sulla strada provinciale 24 che collega Palagonia e Scordia. Alla guida dell’auto, presumibilmente, c’era l’unico maggiorenne del gruppo, di appena 18 anni, rimasto ferito in gravi condizioni insieme con gli altri due ragazzi a bordo, un 16enne e un 17enne.

Una ecatombe

Un altro incidente mortale a Palagonia, nel catanese: Samuel Brancato, 22 anni, ha perso la vita schiantandosi con la moto contro un palo. Mentre a Roma è morta Martina Oro, 20 anni. L’auto sulla quale viaggiava insieme con un’amica, è finita fuori strada.

Due donne, mamma e figlia di 28 e 52 anni, sono morte in seguito a uno scontro con un’altra auto, sulla quale viaggiava un 22enne rimasto ferito nel Veronese. Al momento dell’impatto, l’asfalto era ghiacciato.

Sempre in Veneto, ma nel Comune di Santa Maria di Sala, Greta Benedetti, 24 anni, in moto è stata centrata da un’auto a un incrocio. Nell’impatto la giovane, che stava seguendo il suo fidanzato su un’altra moto, è finita sbalzata su una seconda vettura ed è morta. A Puegnago del Garda, Brescia, ha perso la vita un 51enne titolare di un negozio di alimentari dopo un frontale.

Alessandro Belardetti

Ultima modifica: 16 Dicembre 2019