Kia Rio restyling, motori mild hybrid e nuovo design

3970 0
3970 0

Kia Rio restyling porta in dote nuovi motori mild hybrid e aggiornamenti di design. Si tratta di un sistema da 48 V abbinato a un’unità a benzina e porta al debutto una delle prime applicazioni per il Gruppo di un nuovo cambio manuale intelligente con frizione “e-clutch”.

Sarà vendita nel terzo trimestre del 2020 sempre con la garanzia di 7 anni o 150 mila chilometri.

Design. La griglia “tiger nose” è stata ridotta nelle dimensioni e abbinata ad un paraurti anteriore più basso e più largo con un nuovo caratteristico alloggiamento dei proiettori fendinebbia. Due i nuovi colori esterni: Perennial Grey e Sporty Blue.

Il micro ibrido

La tecnologia MHEV (Mild Hybrid Electric Vehicle) è già stata proposta su Sportage con le motorizzazioni diesel. A differenza però del Suv di segmento C di Kia, lo schema ” EcoDynamics+” questa volta prevede una catena cinematica composta dal nuovo motore T-GDi “Smartstream” di 1 litro di cilindrata con iniezione diretta di benzina e sovralimentazione mediante turbocompressore, accoppiato a un motogeneratore elettrico e da una batteria compatta agli ioni di litio da 48 volt. Il sistema è concepito per aumentare l’efficienza attraverso il recupero d’energia nelle fasi di decelerazione per poi renderla disponibile quando si richiede potenza sotto forma di coppia elettrica aggiuntiva, così da assicurare minori consumi e maggiori prestazioni.

Il sistema EcoDynamics+ è stato sviluppato per incrementare l’efficienza dei motori a combustione interna tramite l’unità MHS-Hybrid Starter-Generator (MHSG) di recupero energia che poi la trasforma in energia elettrica.

L’MHSG è collegato tramite una cinghia all’albero a gomiti del motore termico e ha funzione oltre che di motore elettrico di spinta, anche di generatore, consentendo così passaggi praticamente istantanei nelle sue due funzioni. L’MHSG pertanto fornisce potenza per ridurre il carico e le emissioni del motore termico durante la fase di accelerazione, mentre in quella di decelerazione recupera energia. Infine, quando l’MHSG è in modalità “generatore” recupera energia dall’albero a gomiti per caricare la batteria.

Il nuovo motore Smartstream sostituisce il T-GDi sempre con cilindrata di 1,0 litri della generazione “Kappa” e presenta una distribuzione più raffinata a fasatura variabile, definita CVVD (KV). Grazie a questa, il nuovo motore attraversa diversi cicli di combustione in base alla potenza richiesta senza interruzioni, massimizzando così l’efficienza in tutte le situazioni di guida. La potenza massima rimane quella della precedente famiglia Kappa, quindi 100 o 120 cavalli, ma grazie alla sofisticata distribuzione presenta una coppia più robusta con un picco di ben 200 Nm, per un incremento del 16%, che tradotto nell’utilizzo quotidiano dell’auto significa avere più potenza fin dai bassi regimi e maggiore elasticità d’esercizio.

Son o tre le modalità di guida: “Eco” “Sport”, “Normal”.

Rio EcoDynamics+ offre anche una ulteriore novità tecnica: è uno dei primi modelli di Kia ad venire equipaggiato con il nuovo cambio manuale intelligente (iMT). Intelligente perché ha un comando della frizione che ottimizza il suo impiego al fine di contribuire ulteriormente alla riduzione dei consumi e delle emissioni senza che il guidatore se ne accorga, quindi mantenendo tutta la funzionalità e il tipico impiego di un normale cambio manuale.

Invece di un collegamento meccanico, la frizione dell‘iMT funziona esclusivamente elettronicamente. Questo permette in accoppiata con l’MHSG di spegnere il motore in anticipo rispetto ai tradizionali sistemi Start-Stop già in fase di rallentamento. Migliorando l’efficienza e  riducendo i consumi. Percorrenza ed emissioni non sono stati ancora comunicati.

Oltre ai modelli EcoDynamics+, Rio si potrà avere anche con i propulsori a benzina Smartstream T-GDi di un 1 litro da 100 cavalli. O con la versione del 1,2 litri aspirato con innovativa tecnologia Dual Port Injection con una potenza di 84 cavalli.

Con il motore T-GDi da 1 litro di cilindrata e 100 CV si avrà di serie un cambio a sei rapporti manuale. Sostituisce il precedente a cinque marce, e in opzione un cambio a doppia frizione a sette marce (7DCT).

Interni. Oltre ad aggiornamenti visivi e materiali, al nuovo widescreen da 8,0 pollici, debutta il display digitale da 4,2 pollici ad alta risoluzione nel quadro strumenti del conducente che offre una lettura sensibilmente migliorata.

Nuova Rio viene ora dotata di un sistema di navigazione touchscreen di ultimissima generazione con l’innovativo UVO Connect “Phase II”, che porta con sé migliorie sia dal punto di vista della connettività che in termini di confort di bordo e sicurezza.

Il display touchscreen è ora da 8”. Più grande,  offre display audio o navigazione satellitare a seconda delle specifiche di allestimento. E’ dotato di multi-connessione Bluetooth, che permette agli utenti di accoppiare fino a due dispositivi mobili contemporaneamente. Uno per telefono, vivavoce e uso multimediale; l’altro solo per uso multimediale.

La funzionalità è stata implementata tramite la modalità schermo suddiviso. Che consente agli utenti di controllare o monitorare contemporaneamente diverse funzioni del veicolo. Permettendo tra l’altro la personalizzazione con una serie di widget differenti.

Il sistema Display Audio da 8” è compatibile con Apple CarPlay wireless e Android Auto, quindi per chi lo sceglie nessun obbligo di collegare il proprio smartphone tramite cavo.

Sistemi di assistenza alla guida. Di serie su tutte le versioni il Forward Collision-Avoidance Assist (FCA) con riconoscimento di pedoni, veicoli e ciclisti di recente introduzione, il Lane Keeping Assist (LKA), il Driver Attention Warning (DAW) e il Blind Spot Detection.

Kia Rio restyling, la galleria fotografica

Ultima modifica: 26 Maggio 2020

In questo articolo