Hyundai Santa Fe, la prova: grande SUV di nome e di fatto | VIDEO

4880 0
4880 0

Santa Fe, il grande SUV di Hyundai, di fatto è anche l’ammiraglia del Marchio sul nostro mercato. Grande è bello? Grande e tecnologico occorre correggere nel caso specifico.

Il nuovo modello porta in dote il meglio di Hyundai. Aggiungendo una, fondata, ambizione verso un prestigio autenticato da una qualità generale di livello.

Abbiamo provato Santa Fe sulle strade, di ogni genere, in Catalogna. A pochi chilometri da Barcellona. Ma non sul mare, sul misto di zone collinari. Dove è venuto fuori un carattere di sostanza.  E’ grande, ma non arrogante.

Spiccano i 4,77 metri lunghezza, , ma  è anche più ospitale, con un passo di 2765 millimetri, capace di cinque o sette posti. Il bagagliaio ha una capacità di 625 litri (+40) e arriva fino a 1695. Pronta a ogni necessità: ci sono anche 12 vani portaoggetti.

Il design non è dimesso, anzi. La “cascading grille” contraddistingue il frontale. Al pari dei gruppi ottici  su due livelli, con sottili luci diurne a LED. La parte posteriore è energica, grazie a “spalle” robuste: senza esagerare, molti dettagli evidenziano l’intento, raggiunto, di farsi riconoscere. Senza andare sopra le righe.

Dieci i i colori di carrozzeria a disposizione e quattro gli ambienti per l’interno. L’abitacolo esibisce una buona qualità, nell’esecuzione e nei materiali. L’hi-tech è curato con il display da sette pollici a centro al centro del quadro strumenti e il sistema di navigazione (schermo da 8”) con Apple CarPlay e Andorid Auto. Presenti anche  head-up display e ricarica wireless per smartphone. Non mancano gli ADAS, i sistemi di assistenza alla guida.

.

Tra le novità il cambio, un automatico a convertitore a otto marce (prima erano sei). Che contribuisce a  un comportamento di alto livello. Santa Fe presenta quattro settaggi di guida. Con Normal, Eco, Sport e Smart, che è una sorta di estratto delle tre precedenti. Controllano potenza,coppia, cambiata, sterzo e i parametri della nuova trazione integrale HTRAC.

Hyundai produce la trazione in casa. Il controllo è elettronico su tutte e quattro le ruote, assecondando le condizioni di tenuta e velocità. La distribuzione della coppia avviene in base alla modalità di guida.

Alcuni esempi di come funziona. In Sport sposta fino al 50% della potenza al posteriore, per migliorare l’accelerazione. In Comfort la migliore stabilità è generata dal trasferimento all’assale posteriore del 35% della coppia. In Eco la trazione viene spostata interamente alle due ruote anteriori.

Santa Fe, i 200 cavalli non sono spompati. Anzi

Il contesto virtuoso è completato da un motore all’altezza. Diesel, perché con tanta stazza in ballo al momento non può essere altrimenti. Il quattro cilindri di 2.2 litri mette sul piatto 200 cavalli e dei 440 Nm di coppia.

Potente e aggiornato: rispetta la normativa Euro 6D Temp. Un quattro cilindri pronto, a volte un po’ brusco, ma dotato della vitalità necessaria per regalare la massima disinvoltura. Adeguato a tanta sostanza.

Ultima modifica: 3 Luglio 2018

In questo articolo