Hyundai Kona Hybrid, la prova della seconda generazione

1006 0
1006 0

Prova di maturità per Hyundai Kona che con la seconda generazione alza decisamente l’asticella rinnovando la sfida nel segmento B con un’offerta sempre più completa.

Il SUV compatto del Marchio coreano cambia volto, grazie ad un design rinnovato, cresce nelle dimensioni e subisce anche un importante upgrade dal punto di vista tecnologico.

Abbiamo provato in anteprima la seconda generazione di Kona in versione Hybrid, con un primo approccio al crossover asiatico su un percorso misto che ci ha portato da Milano al Lago d’Orta e ritorno.

Ma partiamo da quelle che sono le novità più evidenti. Innanzitutto il look di nuova Hyundai Kona che al frontale porta in dote le Seamless Horizon Lamp, una striscia LED che corre lungo tutto il cofano abbracciando il frontale, soluzione che viene riproposta anche al posteriore donando al SUV di segmento B un look futuristico.

La seconda generazione del best seller coreano è nata partendo dalla versione 100% elettrica, con i designer di Hyundai che hanno poi evoluto le varianti più tradizionali con alcuni elementi distintivi, quali ad esempio i dettagli tridimensionali nella parte bassa del paraurti, la struttura proteggi-motore al posto della tradizionale griglia, i passaruota a contrasto.

Scarica ora: listino prezzi nuova Hyundai Kona

La vista laterale poi consente di capire meglio come siano cresciute anche le dimensioni di nuova Hyundai Kona, con 14 cm in più rispetto al passato, arrivando a 4,35 metri di lunghezza.

Ora il crossover compatto recita quasi da grande, con solo 15 cm in meno rispetto al Tucson di cui riprende anche alcuni stilemi nella silhouette per un family feeling sempre più marcato. Cresce anche la capacità di carico che passa da 360 litri a 466 litri in base alle versioni. 

All’interno dell’abitacolo ritroviamo una plancia digitale simile ai modelli della gamma Ioniq con un display flottante senza soluzione di continuità che integra ii cruscotto digitale e lo schermo per il sistema di infotainment. Entrambi da 12,3’’.

Le dotazioni multimediali offrono aggiornamenti software OTA (Over-The-Air) e tutti i servizi di connettività.

Il pacchetto Hyundai Smart Sense comprende sistemi di sicurezza e assistenza alla guida di livello 2, includendo tra gli altri il Blind View Monitor, il Safe Exit Warning, il Parking Collision Avoidance Assist, Blind Spot Collision Avoidance e il Surround View Monitor.

I sedili, dotati di funzione relax, hanno uno spessore ridotto del 30%, garantendo comunque il massimo confort a chi guida e al passeggero anteriore ma permettendo di ricavare maggiore spazio per le gambe di chi sta dietro (+7 cm).

I designer di Hyundai hanno ripulito la struttura del tunnel centrale, con nuovi spazi per alloggiare bibite e oggetti e pulsanti ripensati sfruttando anche i comandi al volante. Ci sono 2 prese USB-C all’anteriore e 2 per i passeggeri posteriori. 

Hyundai Kona Hybrid su strada

Il nostro test drive si è svolto al volante della versione full hybrid che sfrutta un motore quattro cilindri 1.6 da 141 CV e 265 Nm di coppia massima, abbinato al cambio DCT a sei rapporti.

Lo scatto da 0 a 100 km/h si consuma in 11,2 secondi e la velocità massima è di 166 km/h. La gamma poi è composta anche dalla full electric che offre due opzioni di batteria e autonomia fino a 490 km, una versione benzina senza elettrificazione e una mild-hybrid a 48 V.

Il Full Hybrid si mostra sempre ben bilanciato, con la potenza giusta per affrontare i sorpassi in autostrada e la marcia quotidiana lontana dalle strade a scorrimento veloce.

Scarica ora: scheda tecnica Hyundai Kona full hybrid

Le sedute confortevoli aumentano il piacere di guida e la comodità per i passeggeri mentre la strumentazione rinnovata consente di controllare ancora più facilmente le tecnologie di bordo.

Da apprezzare anche la silenziosità dell’abitacolo, con una buona insonorizzazione anche ad alte velocità e un propulsore mediamente silenzioso anche ai regimi più alti.

Nel complesso dunque il salto generazione è ben evidente, con Hyundai Kona che punta a recitare il ruolo della grande grazie ad una seconda generazione che volge lo sguardo al premium.

L’offerta di nuova Kona si articola su tre allestimenti, X Line, N Line e X Class.

I primi esemplari arrivano in concessionario già in estate con il prezzo di partenza fissato a 28.500 euro per la benzina 1.0 da 120 CV mentre per la full hybrid che abbiamo provato noi ci vogliono 34.500 euro per la X Line che salgono a 37.500 euro per il top di gamma X Class.

Hyundai Kona Hybrid 2023, le foto su strada

 

Ultima modifica: 13 Luglio 2023

In questo articolo