Come guidare una moto trucchi ed errori da evitare

17112 0
17112 0

In inverno si attende l’arrivo del bel tempo per poter tirare fuori la propria moto dal garage. Ma attenzione alla guida sicura.

Durante le prime giornate con temperature miti, quando il sole comincia ad essere più caldo, viene voglia di montare in sella alla propria moto e concedersi un breve tuor rilassante. E’ importante però prestare la dovuta attenzione ai rischi della strada, ancor più quando si esce poco dopo una giornata di pioggia. Ecco alcuni consigli che potrebbero tornare utili per affrontare in sicurezza l’asfalto e i rischi della guida di un veicolo a due ruote.

Come guidare in sicurezza

Per guidare una moto in totale sicurezza, la prima importante regola da ricordare è quella di restare sempre estremamente concentrati mentre si è in sella. Bisogna essere sempre vigili e attenti ad affrontare qualunque situazione che possa sopravvenire all’improvviso. Altro dettaglio molto importante è quello di avere la visiera del casco, se questo ne fosse provvisto, in ottime condizioni, in modo da garantire una perfetta visibilità. I prodotti specifici di detergenza non dovrebbero mai mancare tra il necessaire di un utente motorizzato.

Se si sta procedendo lungo una strada e si ha dinanzi un’auto, sarà bene non fissare la propria attenzione e vista solo sulla vettura di fronte. Questo perché, qualora l’auto dovesse improvvisamente frenare, non si potrebbe avere il tempo e l’abilità di agire di conseguenza. Sarebbe più prudente fissare l’attenzione anche oltre la vettura. In questo modo si potrebbe avere idea di quello che accade al di là dell’auto e in qualche modo prevederne eventuali movimenti bruschi. Abitudine errata, ma assai comune e diffusa, è quella di avanzare tra le auto in coda quando queste sono incolonnate. In tal caso è fondamentale fare in modo che gli automobilisti si accorgano dell’arrivo della moto, magari utilizzando il clacson o lampeggiando. In questo modo si potrebbe evitare che le auto facciano manovre improvvise.

Controllare il manto stradale

Altra regola importante è quella di prestare estrema attenzione alle condizioni del manto stradale. Sarebbe consigliabile evitare le zone con asfalto sporco, oppure sconnesso. Attenzione anche alla segnaletica stradale, senza inchiodarsi proprio in prossimità di quest’ultima. Usare i freni con la dovuta cautela può essere di grande aiuto. Bisogna ricordare che il freno anteriore serve, appunto, a fermare il veicolo, ma non si dovrebbe sottovalutare anche l’utilità di quello posteriore. Infatti, anche la minima pressione sul freno posteriore, poco prima di frenare con quello anteriore, aiuta a poter stabilizzare il veicolo.

Gran parte degli incidenti che avvengono su strada per una collisione auto moto, sono dati da una improvvisa e disattenta inversione ad U eseguita dall’auto che viaggia davanti o in direzione opposta alla moto. E’ chiaro che la responsabilità, in tal caso, sia assolutamente imputabile all’automobilista, ma potrebbe anche essere decisiva per l’impatto e le sue conseguenze la velocità eccessiva. In tali casi, solo l’intervento di un buon avvocato o delle foto scattate prima della rimozione dei veicoli, potrebbero essere determinanti per stabilire l’effettiva dinamica ed evitare brutte sorprese.

Evitare frenate brusche

Resta, in ogni caso, fondamentale alla guida di una moto l’estrema prudenza e delicatezza. In frenata bisogna rallentare con largo anticipo, arrivando così in prossimità delle curve con una ridotta velocità che faciliti la svolta. E’ assolutamente sconsigliato insistere con i freni in curva, al contrario bisogna agire con dolcezza su leva e pedale, esercitandovi una pressione graduale. Una buona percentuale di pressione dovrà essere esercitata anche sul freno posteriore, non solo su quello anteriore, altrimenti il veicolo perde equilibrio e stabilità. Se si dovesse bloccare la ruota anteriore, risulterà alquanto difficile poter recuperare la situazione. Al contrario, se si blocca la ruota posteriore, sarà sufficiente ridurre la pressione sul pedale del freno.

In prossimità delle curve, è importante procedere seguendo una traiettoria in qualche modo ampia, così da sfruttare, ma senza esagerare, la corsia. Ricordarsi poi di restare sempre e solo nella propria corsia, senza fare invasione e andare a finire su quella opposta. Quando si arriva ad una curva, bisogna stare larghi in ingresso, per poi avvicinarsi al margine interno, verso il centro della curva, successivamente si deve lasciar andare il veicolo, allargando così l’uscita. In fase di accelerazione, si dovrà mantenere lo stesso procedimento che si ha in frenata. Quando si giunge al centro della curva, si dovrebbe dare il minimo gas al motore, in modo da eseguire la curva stessa, senza esagerare. Solo una volta che si giunga all’uscita della curva, si potrà accelerare, ma sempre con delicatezza e gradualità.

Cosa non bisogna fare

Vediamo ora quali sono gli atteggiamenti che, quando si guida una moto, bisognerebbe evitare. Gran parte degli incidenti avvengono contro le auto e in prossimità degli incroci stradali. Ecco allora che la prima regola utile potrebbe essere quella di non effettuare mai un sorpasso quando ci si trova in prossimità di un incrocio. E’ fondamentale, inoltre, cercare di capire se l’automobilista dinanzi a noi si sia accorto o meno della moto in arrivo dietro di lui.

Se si procede in gruppo, soprattutto durante le gite fuoriporta, è bene evitare di mantenersi dietro la moto che è davanti, poiché potrebbe, per una qualunque ragione, frenare improvvisamente e si finirebbe gli uni addosso agli altri. E’ pertanto fondamentale procedere dietro la moto dinanzi a noi, ma spostandosi un po’ di lato. In questo modo si può anche ottenere una migliore visuale, oltre ad evitare fatali conseguenze.

Effettuare la manutenzione

Al di là delle regole riguardanti la tecnica di guida, è anche importante fare attenzione ai dettagli del veicolo stesso, mantenendone una regolare e corretta manutenzione. Ecco quindi che bisogna anche controllare sempre le gomme prima di mettersi in viaggio. Se queste dovessero presentare degli intagli profondi, saranno in grado di garantire una migliore aderenza e risulteranno quindi più sicure. Anche la presenza di un sistema ABS fa la differenza in caso di frenata. In questo modo il veicolo risulta più sicuro e si evitano le perdite di aderenza se vi è un ottimo funzionamento del sistema anti bloccaggio. L’ABS consente di frenare in modo più deciso e senza alcuna paura. Per prendere più confidenza con tale sistema, si potrebbe percorrere un’area sterrata, in modo da valutare le pulsazioni che vengono trasmesse alle leve nel momento in cui è in funzione.

In breve, facendo riferimento a quanto sin qui indicato, è importante prestare la dovuta attenzione alla strada e ai pericoli continuamente incombenti quando si guida una moto. Inoltre, è bene non guidare mai la moto senza un adeguato abbigliamento e le dovute sicurezze del veicolo. Indossare sempre il casco, i guanti e una giacca con delle opportune protezioni. Tutti questi consigli potranno consentire di guidare una moto in totale sicurezza, senza dover rinunciare alla propria passione.

Ultima modifica: 9 Marzo 2018