Edonis, dopo 17 anni rinasce la supercar “sorella” della Bugatti EB110

21384 0
21384 0

Edonis è un nome che può inizialmente lasciare indifferenti i più. Bisogna infatti tornare indietro di 17 anni, al 2000 e ai tempi della bancarotta Bugatti. Edonis era una supercar basata sulla Bugatti EB110, un progetto studiato da alcuni ingegneri usciti dalla Casa modenese che aveva chiuso i battenti.

I tecnici acquisirono 17 parti in fibra di carbonio che sarebbero state assemblate nella produzione della EB110. Questo team avrebbe voluto costruire una supercar chiamata Edonis. L’auto, da produrre in 21 esemplari, avrebbe avuto un motore V12 da 3.8 litri e 680 cavalli. Il progetto però non vide mai la luce.

Adesso però la rinascita sarebbe assicurata da Casil Motors, una casa automobilistica di Las Vegas. Casil ha acquistato i diritti su questo progetto lo scorso anno e adesso vuole dargli vita. L’auto avrà un corpo in alluminio realizzato a mano su un telaio leggermente modificato ma sempre ispirato a quello della EB110.

Il 12 cilindri da 3.8 litri produrrà in questo caso 720 cavalli. Sarà accoppiato a un cambio manuale a sei rapporti che trasmette la potenza alle ruote posteriori. I dati diffusi da Casil parlano di un’accelerazione 0-60 miglia orarie (96 km/h) in 3,4 secondi e una velocità di punta di 354 km/h.

L’auto sarebbe nell’ultima fase dello sviluppo e presto pronta per la produzione. Ne verranno assemblati 15 esemplari al costo di 690 mila euro. Ebonis SP-110 Fenice è il nome scelto dalla Casil.

Ultima modifica: 25 Gennaio 2018