DR 1.0 EV, la piccola elettrica da meno di 20.000 euro

388 0
388 0

L’obiettivo è dare una robusta spallata al mercato delle auto a batterie. DR, il Marchio più arrembante del 2022 sul mercato italiano, lancia la sua elettrica del segmento A.

DR 1.0 EV si presenta con un biglietto da visita cruciale. Il prezzo di listino, che con rottamazione e bonus della Casa può scendere da 25.900 a 19.900 euro. Una soglia psicologica imporyante.

DR 1.0

Una DR tascabile

Dal Molise arriva, derivata dalla cinese Chery eQ1, una citycar lunga 3,20 metri senza  rivali sul nostro mercato.

Più compatta rispetto ai 374 centimetri di un altra BEV dal listino competitivo, Dacia Spring. Poco più ingombrante di una Smart fortwo, che è 2,74 metri ma ospita due passeggeri. Invece DR 1.0 EV è omologata per quattro posti, veri anche se con un passo di soli 2,15 metri. E con quattro porte, altro dettaglio molto interessante rispetto alle dimensioni.

Numeri interessanti per una Segmento A che di fatto non ha rivali, dato il disinteresse di molti Costruttori per questa categoria, e può conquistare una nicchia non banale del mercato. Fondamentale nel contesto urbano.

Si presenta con dimensioni compatte, ma con un bagagliaio presente, seppur minimale. Con capacità di 110 litri con quattro passeggeri, che salgono a 630 se si ribalta la seconda fila.

E’ una piccola trazione posteriore estremamente agile, votata ai parcheggi quasi impossibili. Una cittadina a batterie in grado di assolvere anche compiti familiari sui tratti brevi.

Il powertrain è essenziale, seppur paragonabile a quello della più grande Spring. Il motore elettrico sincrono a magneti permanenti eroga 61 cavalli e 150 Nm di coppia. DR annuncia una velocità auto-limitata a 120 km/h, uno scatto da 0 a 100 km/h in 17 secondi, non indimenticabile, ma soprattuto DR 1.0 EV accelera  da 0 a 50 km/h in 5 secondi, lo spunto ideale da semaforo a semaforo. Quello che serve in centro o in circonvallazione.

Elemento importante il peso limitato a 1.050 kg, nonostante una batteria dalla c capacità di 31 kWh che garantisce una autonomia di 210 km nel ciclo combinato WLTP che sale a 294 km nel percorso urbano. Da corrente alternata ci si può rifornire fino a una potenza di 6,6 kWh, per un “pieno” di elettroni in 6,5 ore. Da corrente continua può assorbire fino a 40 kW, per arrivare in 50% all’80%. Gli accumulatori sono garantiti 8 anni o 100.000 km. Vengono assicurati almeno 1.000 cicli di ricarica. Un aspetto da tenere in considerazione.

DR 1.0 EV, raffinatezze non banali

Presenta un aspetto tecnico pregevole: le sospensioni sono McPherson all’anteriore e Multilink con barra stabilizzatrice al retrotreno. Un’accoppiata raffinata, al pari dei quattro freni a disco.

Un solo allestimento, che oltre ai cerchi in lega da 15 pollici, con  pneumatici 165/65 R15, offre il display centrale da 9,7”, la strumentazione digitale, la compatibilità con con Android Auto e Apple CarPlay e il climatizzatore. L’unica opzione è tra i quattro livree: nero o le bicolori, rossa con tetto bianco, bianca-nero e verde-bianco. Una scelta ampia.

Leggi ora: le novità auto

Ultima modifica: 20 Marzo 2023