Cupra Leon 1.5 Hybrid, grinta accessibile per i giovani

1031 0
1031 0

Il successo di Cupra, Marchio sportivo spagnolo del Gruppo Volkswagen, è in ascesa continua. E’ arrivata a produrre 300.000 vetture dalla sua nascita: dalle 14.350 auto vendute nel 2018 a 152.900 nel 2022.

Forte di una gamma sempre più attraente, per contenuti ed estetica, con Formentor, Suv dinamico e indovinato, che trascina le immatricolazioni.

Un successo destinato a espandersi. Arriveranno il Suv elettrico Tavascan, il l’ibrido plug-in Terramar e nel 2025 la piccola BEV Raval, citycar sportiva on un prezzo a partire da 25.000 euro. Modello cruciale a medio termine.

Lancia nomina i primi concessionari europei

Cupra ha centrato tutte le mosse, come quella di abbinarsi al padel già nel 2019 quando ancora pochissimi lo conoscevano alle nostre latitudini. Ora è uno degli sport indoor di tendenza assoluta, con 1,2 milioni di appassionati. Ora è una mania

Noi avremmo voglia di continuare….”, ha detti orgoglioso Pierantonio Vianello, Brand Director di Cupra e Seat, raccontando, come vedete nel video qui sopra, la filosofia del Marchio. Che in Italia corre forte: il Belpaese è il terzo mercato mondiale, dopo Germania e UK, prima della Spagna.

Un Marchio fuori dagli schemi, che piace. Cupra Leon, il modello d’ingresso nella gamma, è l’auto con la clientela dell’età media più giovane in Italia: 34 anni, davvero molto bassa.

Oggetto del nostro test la versione più accessibile. Con 150 cavalli si entra nel mondo Cupra, Leon 1.5 Hybrid DSG, con l’elettrificazione leggera, rappresenta un primo passo, accessibile ma con contenuti speciali, per differenziarsi. Certamente non dimessa,

Cupra Leon ha prezzo da 35.150 euro, con la promozione si arriva a 30.000 euro o da 325 euro al mese se si sceglie la formula a rate.

 

Si distingue nello stile una hatchback, disponibile anche in carrozzeria wagon, con carattere di Segmento C, si distingue tra tante “ruote alte”.

Risalta per il frontale aggressivo, la firma luminosa anteriore full led, matrix a richiesta, spicca come la linea rossa continua “coast to coast” al posteriore, distintiva quando cala il sole. Il carattere non manca a questa spagnola, anzi catalana, perché è costruita a Martorell.

Lunga 4,4 metri presenta di serie  vetri posteriori oscurati, i sedili sportivi di serie, cerchi da 18”, cruise control adattivo, Light Assist  volante in pelle e la plancia digitale con touchscreen a 10 pollici. A disposizione il Technology Pach e il Design Pack Copper per differenziarsi.

In abitacolo scenografica la luce d’ambiente che scorre nell’alto della plancia e delle portiere. La qualità generale è di livello, con tocchi, molte le parti satinate, che conferiscono un alone dinamico.

La Cupra Leon in azione

Su strada il sistema mild hybrid, seppur non viaggia mai completamente elettrico, risponde con una buona spinta.

Apprezzabile in accelerazione (0-100 in 8”7) il plus elettrico, con la piccola unità collegata a cinghia all’albero motore, aiuta sempre. Il sistema con la piccola batteria a 48V si sposa bene con il cambio automatico a doppia frizione.

Piacevole, con un buona ripresa, Leon 1.5 Hybrid è fluida: ovviamente non è una sportiva pura, ma soddisfa anche nel misto. Sterzo preciso, ma soprattutto assetto indovinato, mutuato dalla versioni ben più potenti (fino a 300 cv).

Una compatta a cinque porte divertente, con un consumo dichiarato di 5,6 litri/100 km. Un pacchetto indovinato, la “piccola” Cupra è rapida e appaga, nella forma e alla guida.

Ultima modifica: 10 Giugno 2023

In questo articolo