Oro puro, nuovo processo di stampa 3D per Bentley Mulliner Batur

160 0
160 0

Bentley ha introdotto una novità esclusiva: oro massiccio stampato in 3D nella Mulliner Batur; un processo innovativo che per la prima volta viene adottato nell’industria automobilistica. La tecnica di “additive manufacturing” (AM o produzione additiva) aggiungerà fino a 210 grammi di oro giallo 18ct alla vettura coupé Bentley, la più veloce coachbuilt nei 103 anni di storia dell’azienda.

Specialissima Bentley

La Batur equipaggiata con l’iconico W12 è prodotta in serie limitata a soli 18 esemplari, tutti già venduti ai clienti Mulliner al prezzo di 1,65 milioni di sterline ciascuno (tasse e optional esclusi). L’oro stampato in 3D, disponibile come opzione comprende i punti di contatto chiave per il guidatore, come il quadrante Charisma, che circonda il pulsante di avviamento/arresto e che viene inoltre utilizzato per selezionare le impostazioni di modalità di guida della vettura.

Al centro di un abitacolo raffinato, il quadrante integra il design della griglia anteriore della Batur. L’oro è stato applicato anche agli iconici comandi sulla plancia della bocchetta di ventilazione Organ Stop di Bentley, oltre che a un indicatore con inserto in oro sul volante.

Bentley Mulliner ha collaborato con i rinomati orafi di Cooksongold per realizzare gli esclusivi componenti della Batur. Membro del gruppo Heirmerle + Meule, Cooksongold ha sede nello storico Jewellery Quarter di Birmingham, in Inghilterra, dove da secoli vengono prodotti gioielli esclusivi. Questa speciale collaborazione evidenzia la capacità di Bentley di connettere nuove tecnologie di produzione avanzate con materiali e tecniche più tradizionali.

Tutto l’oro utilizzato è di provenienza sostenibile e viene completamente riciclato da vecchi gioielli, macinato in una polvere fine necessaria per poi effettuare la tecnica di stampa 3D. Il riciclo garantisce l’assenza di impatto ambientale derivante dall’estrazione di nuovi metalli preziosi. Inoltre, riflette l’impegno di Bentley per un futuro più sostenibile ed è in linea con la strategia Beyond100 dell’azienda, che prevede il raggiungimento del traguardo delle emissioni zero entro il 2030.

Una progettazione unica

Ogni pezzo in oro 3D della Batur è progettato digitalmente utilizzando modelli CAD, prima di un processo di stampa con stampanti a fusione laser. Ogni pezzo viene poi rifinito a mano da abili artigiani gioiellieri, utilizzando tecniche tradizionali per ottenere la lucentezza e la qualità che sono sinonimo di Bentley.

Tutti i pezzi prodotti per la Batur sono contrassegnati da un marchio di garanzia del Jewellery Quarter di Birmingham, a dimostrazione dell’autenticità dei materiali. Inoltre, tutti i pezzi prodotti nel 2022 riceveranno anche il marchio Jubilee, per celebrare l’anno del Giubileo di platino della defunta Regina Elisabetta II.

A febbraio, Bentley ha stanziato un ulteriore investimento di 3 milioni di sterline per raddoppiare la capacità AM (additive manufacturing) nello stabilimento di Crewe, convertendo i modelli CAD 3D in parti fisiche. Le applicazioni future faciliteranno la produzione di componenti a basso volume e la personalizzazione su misura dei clienti, compreso l’uso pionieristico dell’oro stampato in 3D in una serie di modelli di nuova generazione.

Il leggendario propulsore W12 biturbo da 6,0 litri di Bentley genera più di 740 CV nella Batur, con una tecnologia del telaio che comprende l’eLSD, le quattro ruote sterzanti e le barre antirollio attive elettriche a 48 V per un livello di prestazioni assoluto. La coupé offre una serie infinita di opzioni, tra cui componenti realizzati in titanio, materiali compositi in fibra naturale sostenibile e persino pelle a basso contenuto di carbonio proveniente dalla Scozia. Il nuovo DNA del design della coupé indica anche la direzione dei futuri BEV (veicoli elettrici a batteria) Bentley.

Il Dr. Matthias Rabe, Member of the Board for Research and Development, Bentley Motors, ha dichiarato:

“L’approccio di Bentley alla produzione AM (produzione additiva) all’avanguardia nel settore, avvalora il nostro uso pionieristico di un metallo di lusso nel processo di progettazione e sviluppo della Batur. Uno dei vantaggi principali è l’efficienza, che riduce i costi e la complessità di una miriade di lavori, mantenendo il valore di una risorsa rara. Mentre Bentley abbraccia un futuro entusiasmante, vediamo un enorme potenziale nelle tecnologie avanzate e innovative. Processi come l’oro stampato in 3D saranno un trampolino di lancio che consentirà ai nostri clienti una capacità di personalizzazione ancor più ampia, potenziando ulteriormente il programma di personalizzazione offerto su ogni vettura.”

Leggi ora: Bentley Bentayga Odyssean Edition, una serie esclusiva a tutti i livelli

 

Quale è la Bentley più costosa?

E’ la Bentley Mulliner Batur: prezzo, 2 milioni di euro, tasse escluse.

Ultima modifica: 19 Dicembre 2022