Aston Martin cambia idea, il Suv non sarà elettrico

2397 0
2397 0

Il primo Suv prodotto da Aston Martin non sarà elettrico. Il marchio inglese ha cambiato idea. Contrariamente a quanto si era prefigurato, il nuovo modello sarà offerto solamente in versione benzina. Niente elettrico 100%, niente ibrido plug-in e niente diesel. Un’inversione totale rispetto alla presentazione del concept DBX nel 2015, quando si disse che il Suv sarebbe stato completamente elettrico. Nelle scorse settimane è emerso che il nome sarà Varekai, adesso che sarà alimentato a benzina.

L’indiscrezione è riportata da Automotive News che ha parlato con il Ceo Aston Martin, Andy Palmer. La Casa inglese continuerà lo sviluppo di una piattaforma elettrica per il suo nuovo brand Lagonda. Il primo Suv elettrico della Casa dovrebbe arrivare sotto questo marchio.

Niente da fare invece per il Varekai. Escluse, come detto, anche le versioni diesel o ibrido plug-in, offerte invece dalla Bentley Bentayga. “Io penso che la vita dei diesel sia molto breve“, ha detto Palmer che poi ha parlato dell’ibrido plug-in. “Mettere insieme due tecnologie porta peso e costi extra. Probabilmente è un passaggio conveniente, ma non è ciò di cui abbiamo bisogno adesso“.

Due le motorizzazione probabilmente offerte. Il V12 biturbo della DB11 e il V8 biturbo sviluppato da Mercedes-AMG. Rispetto al concept BDX, il modello di produzione sarà un cinque porte e non un tre porte.

Ultima modifica: 9 Aprile 2018