Aprilia RSV4 2021, la supersportiva di Noale stupisce ancora

8397 0
8397 0

Aprilia RSV4 è un riferimento assoluto tra le moto sportive, da oltre dieci anni. La versione del 2021 porta in dote un retaggio unico. Nata attorno a un motore 4 cilindri V di 65° mai visto prima su una sportiva di serie e a un telaio erede di una dinastia che ha vinto 18 titoli e 143 gran premi nella 250 GP, esaltati dai più moderni sistemi elettronici applicati alla gestione del motore e della dinamica della moto.

Un’autentica vocazione di Aprilia che è stata infatti la prima a adottare di serie l’acceleratore Ride-by-wire multimappa, ma soprattutto la prima a brevettare la piattaforma di controlli dinamici APRC, la più efficace e completa suite di regolazioni elettroniche al servizio del pilota per massimizzare la prestazione.

Nuovi i nomi dei modelli disponibili. Aprilia RSV4 rappresenta una spettacolare piattaforma di livello assoluto, anche grazie alle eccellenti prestazioni del motore V4 di 1100 cc da 217 cavalli , mentre Aprilia RSV4 Factory aggiunge alcune ulteriori e raffinate caratteristiche tecniche, come le sospensioni semiattive sviluppate in collaborazione con Öhlins, oltre alla coppia di cerchi forgiati in alluminio.

Il design: stile innovativo e aerodinamica da MotoGP

Il progetto RSV4 persegue da sempre un obiettivo dichiarato: essere senza compromessi la migliore e più veloce superbike, la più vicina per prestazioni ed efficacia alle moto confezionate da Aprilia Racing per le corse.

Il nuovo design di Aprilia RSV4 è il frutto del grande lavoro svolto a livello di aerodinamica applicata, confermando l’impegno di Aprilia nello studio di soluzioni sempre più articolate e innovative, dopo aver introdotto per prima su una superbike di serie le appendici aerodinamichegià su RSV4 RF LE nel 2018 e poi su RSV4 1100 Factory nel 2019 e nel 2020.

Il motore V4

Rispetto all’unità che equipaggiava RSV4 1100 Factory, il motore della nuova Aprilia RSV4 beneficia di un nuovo rapporto di alesaggio per corsa, con quest’ultima che passa dai precedenti 52,3 mm agli attuali 53,3 mm (l’alesaggio di 81 mm rimane invariato). Nuovo è l’albero motore, dal raggio di manovella aumentato, così come è stato adeguato alla nuova corsa anche il basamento superiore.

La cilindrata passa quindi dai precedenti 1078 cc agli attuali 1099 cc, avvantaggiando così la coppia disponibile che passa dai precedenti 122 Nm a 11.000 giri/min all’attuale valore di 125 Nm a 10.500 giri/min. Oltre all’importante valore di picco della coppia, è importante notare come quest’ultima aumenti su tutto l’arco di erogazione, risultato molto importante per rendere RSV4 non solo più efficace in accelerazione già dai bassi regimi in circuito, ma anche elettrizzante da guidare su strada. La potenza rimane la medesima della precedente versione: 217 CV a 13.000 giri/min, già tra le più elevate in assoluto, nonostante il propulsore rispetti la regolamentazione Euro 5 e che peraltro permette a RSV4 di superare la soglia dei 305 km/h effettivi di velocità massima.

Nuovo APRC: da Aprilia, lo stato dell’arte dell’elettronica

Debutta su RSV4 e RSV4 Factory il nuovo sistema di controlli elettronici attivi di Aprilia ulteriormente evoluto e implementato.

La nuova generazione dell’APRC (Aprilia Performance Ride Control), il noto pacchetto di sistemi di controllo direttamente derivato dalle corse, sfrutta una piattaforma inerziale a sei assi dalle grandi capacità di calcolo, permettendo quindi una elevata possibilità di rilevazione delle condizioni dinamiche della moto e, di conseguenza, strategie di controllo elettronico molto fini.

La quinta evoluzione dell’APRC di Aprilia si integra al meglio con la fine gestione elettronica garantita dal comando del gas completamente integrato full Ride-by-Wire, che non necessita di ulteriori componenti per la gestione elettronica delle farfalle, con evidenti benefici sul fronte del peso (rispetto a un sistema tradizionale il risparmio è quantificabile in 590 grammi).

Una delle novità del nuovo APRC è l’AEB (Aprilia Engine Brake), il controllo del freno motore regolabile, ora indipendente dalla mappatura del motore selezionata.

Il nuovo APRC, di serie su Aprilia RSV4 e RSV4 Factory comprende:

  • ATC: Aprilia Traction Control, il controllo di trazione regolabile in corsa, senza chiudere il gas, su 8 livelli, vanta logiche d’intervento più performanti.
  • AWC: Aprilia Wheelie Control, il sistema di controllo di impennata, regolabile su 5 livelli, dispone di strategie di funzionamento più precise. Il controllo dell’impennata è regolabile in corsa senza chiudere il gas, come l’ATC, grazie al pratico blocchetto elettrico sinistro.
  • AEM: Aprilia Engine Map, 3 differenti mappature disponibili per cambiare il carattere e il modo di erogare la potenza del motore.
  • AEB: Aprilia Engine Brake, il sistema di controllo del freno motore regolabile su 3 livelli, con un algoritmo specifico che ottimizza il funzionamento tenendo conto dell’angolo di piega.
  • ALC: Aprilia Launch Control, il sistema di asservimento alla partenza per esclusivo uso pista, regolabile su 3 livelli, usufruisce di strategie di funzionamento molto efficaci.
  • AQS: Aprilia Quick Shift, il cambio elettronico, con una nuova strategia di funzionamento, per cambiate rapidissime senza chiudere il gas e senza usare la frizione, dotato anche di funzione downshift, che consente di scalare marcia senza premere la frizione. Permette anche di scalare marcia a gas aperto.
  • APL: Aprilia Pit Limiter, il sistema che permette di selezionare e limitare la velocità massima consentita per procedere lungo le pit lane dei circuiti, o semplicemente rispettare con facilità i limiti di velocità consentiti su strada aperta al traffico.
  • ACC: Aprilia Cruise Control. La gestione elettronica avanzata ha permesso di introdurre il cruise control, molto comodo durante i trasferimenti più lunghi, in quanto consente di mantenere la velocità impostata senza agire sul comando del gas.

Leggi anche: tutte le news del Gruppo Piaggio

 

Ultima modifica: 25 Marzo 2021

In questo articolo