Alfa Romeo Giulietta Sprint, 70 anni per la fidanzata d’Italia

389 0
389 0

Alfa Romeo Giulietta Sprint, compie settant’anni un’auto che ha segnato un’epoca, da sempre “fidanzata di Italia“.

L’anniversario  è omaggiato un logo realizzato dal Centro Stile del Biscione e celebrato dal Museo di Arese con  conferenze e da una giornata speciale il prossimo 2 giugno, durante il quale si svolgerà anche una parata con i proprietari dello storico modello.

Alfa Romeo Giulietta Sprint 70 anni logo

Il logo sarà utilizzato in tutte le iniziative, anche quelle dei club. Apogeo finale ai Tribe Days, 5-6 ottobre, che avranno luogo presso il circuito del Mugello.

Giulietta Sprint al suo esordio nel 1954

Alfa Romeo Giulietta Sprint, storia di un mito

Giulietta è l’auto che ha portato Alfa Romeo nella era industriale moderna. Nata sportiva, a esordire nel 1954 infatti fu Giulietta Sprint, la due porte disegnata da Franco Scaglione per Bertone: intramontabile.

Alfa Romeo Giulietta Sprint, lo spaccato

Proporzioni perfette, senza tempo e un cuore fuori categoria. Grazie al motore bialbero in lega leggera di 1290 cm3, capace di erogare 65 cavalli, Giulietta Sprint fu subito al vertice prestazionale e raffinata, con cambio e scatola del differenziale in alluminio capace di raggiungere i 165 km/h. Numeri che all’epoca erano appannaggio di vetture di categoria elevatissima.

Anna Proclemer e Giorgio Albertazzi con Alfa Romeo Giulietta

Un passaggio epocale. Alfa 1900, fino a quel momento unico modello in produzione, era “l’auto da famiglia che vince le corse”, Giulietta diventò l’auto per molte famiglie, più accessibile. Non per tutti, ma un sogno non irrealizzabile per molti.

L’esordio. Alfa Romneo Giulietta Sprint fu presentata al grande pubblico al Salone di Torino il 21 aprile 1954, poco dopo l’esordio nella fabbrica del Portello, celebrato da un elicottero dal quale erano scesi in abiti cinquecenteschi due attori rappresentanti Romeo e Giulietta. Non poteva essere altrimenti.

Alfa Romeo Giulietta Spider, 1955

Una nuova era perché Giulietta Sprint inaugurò il piano di produzione, che poi fu di Giulietta, di 50 esemplari al giorno, una enormità per i piani di Alfa Romeo, voluto da Giuseppe Luraghi, storico dirigente del Marchio, che l’ha portato ai massimi livelli industriali.

Manco a dirlo, il successo di Alfa Romeo Giulietta Sprint fu immediato, inizialmente gli ordini furono addirittura sospesi perché lo stabilimento non riusciva a tenere il ritmo delle richieste.

Alfa Romeo Giulietta SZ, 1960

La corsa continuò. Lo stile, inconfondibile, e le prestazioni, con l’adozione del carburatore a doppio corpo nel 1958 la potenza di Alfa Romeo Giulietta Sprint arrivò a 79 cavalli per 170 km/h di velocità massima, l’hanno resa l’archetipo della vettura veloce, bella e non impossibile.

Il grande Fausto Coppi, la sua bici e la Giulietta Berlina del
1955

La storia è durata  11 anni, con 177.513 esemplari prodotti di cui 24.084 Giulietta Sprint e un posto di rilievo nell’Olimpo delle auto che hanno segnato un periodo eccezionale per l’Italia.

Settanta anni fa inizio tutto con Alfa Romeo Giulietta sprint, poi arrivarono due serie di Giulietta, negli anni 70 e dal 2010 al 2020. Il quarto atto sarà in programma nei prossimi anni?

Cosa significa Alfa?

Alfa è l’acronimo di Anonima Lombarda Fabbrica Automobili.

Quando è nata Alfa Romeo?

Alfa Romeo è nata il 24 giugno 1910.

Ultima modifica: 24 Gennaio 2024

In questo articolo