Alfa Romeo Giulia Hybrid, sarà la stella del restyling?

7077 0
7077 0

Giulia Hybrid sarà protagonista del secondo atto?. L’aggiornamento della berlina sportiva, assieme a Stelvio, prevede versioni elettrificate. Alfa Romeo Giulia ibrida plug-in potrebbe essere la novità principale del restyling della berlina sportiva del Biscione.

Ne è passata di acqua sotto i ponti dal 24 giugno 2015, quando fu presentata, da un raggiante Sergio Marchionne, Giulia Quadrifoglio, da allora rifermento assoluto tra le berline più prestazionali.

Come ha anticipato l’autorevole Quattroruote la versione alla spina, PHEV acronimo di Plug-in Hybrid Electric Vehicle, è già oggetto di test, ma potrebbe non vedere la luce.

Il restyling di Giulia e Stelvio sarà estetico, con uno stile aggiornato. E anche tecnico, votato alla elettrificazione, di certo con la tecnologia più immediata: il mild hybrid.

Il design si concentrerà sui fari, finalmente a led, i paraurti e il trilobo, il celebre scudetto Alfa Romeo. La silhouette,  quindi la parte più ampia della carrozzeria, resterà quella filante dei due modelli.

Giulia Hybrid

Pe quanto riguarda l’abitacolo ci saranno aggiornamenti per volante, selettore cambio e anche strumentazione e infotainment.

Ma non è ancora stabilito come sarà la configurazione. Probabilmente l’esordio di Maserati Grecale, realizzato sulla piattaforma Giorgio di Giulia e Stelvio darà indicazioni sui nuovi interni.

I motori

La versione ibrida plug-in potrebbe rimanere nel cassetto. Per un motivo semplice. L’aumento di prezzo di circa 5.000 euro probabilmente non la renderebbe appetibile.

Tecnicamente si può fare, proprio perché per Maserati Grecale, che nasce sulla stessa architettura, è prevista una versione PHEV.

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio

Giulia Hybrid a 48 Volt

Sicuro in vece il sistema mild hybrid a 48 Volt, già efficiente su Ghibli e Levante (qui la prova di QN Motori). Con il compatto motore elettrico collegato all’albero motore del 2 litri turbo benzina, capace di erogare una potenza prossima ai 300 cavalli.

E potrebbe arrivare anche sul 2.2 Diesel, con aumento di cavalleria anche in questo caso. Un ibrido di aiuto, non di trazione. Che renderebbe Giulia Hybrid, e anche Stelvio Hybrid, più efficaci nella corsa all’abbattimento delle emissioni.

Leggi ora: il design delle future Alfa Romeo

Ultima modifica: 14 Dicembre 2021

In questo articolo