Alfa Romeo Giulia Coupé, rilancio “Sprint” per le vendite nel 2018

34557 0
34557 0

Alfa Romeo Giulia Coupé, il rilancio della gamma del Biscione proseguirà nel 2018. I numeri di crescita del Marchio ci sono, ma negli ultimi mesi non sono esaltanti. La crescita è calata, a settembre è stato registrato un +13%. Di fatto solo la Stelvio, immessa sul mercato a primavera, cresce. Mentre Giulia, Giulietta e MiTo sono in calo. La Giulia in particolare non sta ottenendo i risultati sperati, pur con apprezzamenti, per qualità di guida, prestazioni e design, che sono stati universali.

Alfa Romeo Giulia Coupé
Rendering dell’Alfa Romeo Giulia Coupé nella versione Quadrifoglio. Blu Misano.

Una sportiva sostenibile

Posto che la Giulia Sportwagon resterà un sogno per molti potenziali clienti italiani, sarà proprio la berlina comunque a generare un nuovo modello. Mentre la Stelvio comincia a marciare bene sul mercato italiano e a riscuotere apprezzamenti nel mondo, la gamma sarà ampliata con un modello “sostenibile“. In attesa del SUV compatto e del grande SUV, strategici per Europa il primo, USA e Cina il secondo, Alfa punterà sulla sportività.

A prezzi di produzione sostenibili. La Giulia Coupé industrialmente sarà più facile (meno costosa) da allestire. E più “rapida” da immettere sul mercato. Il 2018 è vicino e la spinta della Stelvio tra poco si normalizzerà. Considerano anche il sorpasso della benzina sul diesel in Europa, ecco che un’Alfa a due porte con i 4 cilindri turbo da 200 e 280 cv potrebbe avere un fascino importante. Ovviamente la Quadrifoglio da 510 cavalli sarebbe il top. Ma per il modello e per il Marchio si tratterebbe di un passo in avanti, di gamma e di prestigio. Il nome Sprint potrebbe essere evocativo, ma ora Alfa ha bisogno di auto per continuare il suo Rinascimento.

Alfa Romeo Coupé (Lorenzo Preti) -Graphicar
Alfa Romeo Coupé Quadrifoglio  (Lorenzo Preti) – Graphicar

Ultima modifica: 9 Ottobre 2017