Alfa Romeo e Maserati, a Cassino la piattaforma BEV STLA Large

718 0
718 0

L’architettura elettrica di molte delle prossime Alfa Romeo e Maserati avrà la sua casa dello stabilimento di Cassino.

Lo stabilimento dove attualmente sono assemblate Stelvio, Giulia e Grecale, estenderà la propria attività alla produzione di veicoli basati sulla piattaforma BEV flessibile STLA Large.

Cassino, le parole del CEO di Stellantis Carlos Tavares

Lo stabilimento di Cassino vanta una lunga tradizione di innovazione e tecnologia. I veicoli basati sulla piattaforma STLA Large che stiamo progettando rivoluzioneranno l’esperienza di guida grazie a funzionalità e caratteristiche all’avanguardia e per questo, confidiamo nella grande competenza dei nostri dipendenti e nel team manageriale di Stellantis per riuscire a raggiungere i nostri audaci obiettivi legati al costo e alla qualità. Il supporto dei dipendenti di Cassino e la lungimiranza delle autorità locali e nazionali sono per noi un grande stimolo per sviluppare veicoli in grado di conquistare i clienti con una mobilità pulita, sicura e accessibile”.

Dopo il Windsor Assembly Plant in Canada, è il secondo stabilimento Stellantis di cui è stato pubblicamente annunciato l’utilizzo per produrre veicoli basati sulla piattaforma STLA Large.

La storia della fabbrica

Inaugurato nel 1972, lo stabilimento, situato a Piedimonte San Germano, nell’Italia centromeridionale, è un plant ad alta automazione che utilizza oltre 1200 robot che eseguono le operazioni di stampaggio, lastratura, verniciatura e produzione di parti in plastica. L’impianto punta molto sul risparmio energetico e sulla conservazione delle risorse. Dal 2017 il consumo di acqua è stato dimezzato, mentre pannelli fotovoltaici situati nei parcheggi interni consentono di produrre energia solare.

Le caratteristiche della piattaforma STLA Large

E una delle quattro architetture BEV altamente flessibili su cui si fonda il piano di elettrificazione di Stellantis. La piattaforma, che rappresenterà la base per svariati modelli di prossima produzione dei marchi Stellantis, è progettata per offrire un’autonomia fino a 800 chilometri/500 miglia in elettrico in abbinamento con i moduli di propulsione elettrica (EDM) e i pacchi batteria modulari di Stellantis. Progettisti e ingegneri sono in grado di adeguare le dimensioni della piattaforma e la configurazione del propulsore per rispondere a specifiche esigenze di progetto.

Leggi ora: le novità auto

Ultima modifica: 10 Marzo 2023