ACI: blocchi del traffico insufficienti per fermare l’inquinamento

3255 0
3255 0

I blocchi del traffico sono utili ma insufficienti. Per ridurre davvero l’inquinamento occorre rinnovare il parco circolante. Nel nostro Paese, infatti, l’età media delle auto supera i dieci anni e ha un impatto fortemente negativo sulla qualità dell’aria che respiriamo”.

Lo sostiene la Presidente dell’Automobile Club RomaGiuseppina Fusco – rilanciando le proposte di incentivi per la rottamazione delle auto e di agevolazioni – sia per l’acquisto del nuovo, che per la sostituzione delle auto più vecchie con l’usato più recente, attraverso l’abolizione dell’imposta provinciale di trascrizione – avanzate al futuro Governo dal Presidente dell’ACI, Sticchi Damiani, dalle pagine de il Sole 24 ore di oggi.

Auspico – ha aggiunto la Fusco – anche un possibile intervento da parte della Regione Lazio sulla misura delle tasse automobilistiche a favore dei veicoli Euro 4, 5 e 6”.

Tema sicurezza

Per quanto riguarda, invece, il tema sicurezza, la Presidente dell’AC Roma ha sottolineato “l’importanza di un’adeguata manutenzione delle strade urbane e secondarie, che spesso versano in situazioni di pericoloso dissesto”, per le quali ha sollecitato “un programma articolato di interventi”.

Fondamentali, infine, per la cultura e per la pratica della sicurezza stradale, “maggiore prevenzione e controllo dei comportamenti degli automobilisti e di tutti gli utenti della strada”, anche attraverso “sanzioni più severe nei confronti di coloro che non adottano i dispositivi di sicurezza previsti dal Codice della strada, ponendo così a rischio la propria e l’altrui vita, soprattutto quando si usa il cellulare al volante”.

Ultima modifica: 2 Marzo 2018