Sabato italiano all’insegna della passione per i motori

160 0
160 0

Un sabato a tutto gas. La terza giornata del Motor Valley Fest ha visto appassionati di due e quattro ruote affollare le strade e le piazze della capitale della Terra dei Motori dell’Emilia-Romagna per ammirare i modelli in esposizione e le sfilate che hanno attraversato il centro di Modena.

Nella mattinata è stata inaugurata in Piazza Grande la pista di “F1 in Schools Italy”, progetto che si propone l’obbiettivo di avvicinare e far appassionare le nuove generazioni al mondo della Formula 1, facendo sviluppare a ragazzi delle scuole secondarie di secondo grado una vera e propria scuderia “in miniatura”.

Le parole Stefano Dondi, Ufficio Marketing Dallara e responsabile del progetto “F1 in Schools Italy”

«Quest’anno abbiamo raccolto le adesioni di 28 team provenienti da 21 istituti superiori  La sfida non prevede solo la realizzazione delle macchinine per il racing: i team, composti da sei persone, devono anche sviluppare un business plan, trovare gli sponsor, aprire un sito web e un profilo social. Tutti aspetti oggetto di valutazione da parte dei giudici il giorno della competizione e che fanno punteggio per la classifica finale. I modellini di auto vengono realizzati con stampanti 3D, funzionano ad aria compressa e raggiungono una velocità di 80/90 chilometri orari. Oggi in Piazza esporremo alcuni dei modelli realizzati e faremo delle simulazioni di racing, in vista della finale nazionale del 16 giugno che si terrà in Dallara Academy».

Il sabato a Modena

In Piazza Roma è stata aperta in esclusiva per i visitatori del Fest, presso lo showroom della Acetaia Malpighi, la mostra “Modena, il set”, dedicata all’esperienza vissuta dalla città di Modena come “set” del film Ferrari (2023) di Michael Mann, biopic su Enzo Ferrari.

L’esposizione, che aprirà ufficialmente durante la Notte dei Musei (sabato 18 maggio, dalle ore 18:30), è un vero e proprio racconto dedicato alla storia di Modena, culla dell’automobilismo sportivo, con pannelli e materiale audiovisivo inedito, oltre ad una serie di eventi e iniziative correlate. Per gli amanti delle auto storiche c’è anche l’elegantissima Lancia Aurelia B50 Cabriolet Pininfarina in colore nero, guidata nel film da Adolfo Orsi, proprietario di allora dell’azienda Maserati.

Nel pomeriggio, sul palco della Chiesa di San Carlo, si è svolto anche il TEDxModena, con la partecipazione di 17 speaker con talk incentrati sul tema “Passione e perseveranza”, con il racconto di esperienze di vita professionali e personali negli ambiti della tecnologia, della scienza, della creatività e dell’imprenditorialità.

È stata inoltre assegnata, sempre sul palco del TEDxModena, la borsa di studio promossa da ECO Certificazioni e MUNER, “AAE al Femminile, in Memoria di Antonia Terzi”, che fece la storia come prima donna ingegnera nella Formula 1 per la Ferrari, per Studentesse Universitarie di UNIMORE iscritte al Corso di Laurea in Advanced Automotive Engineering (MUNER) alla studentessa Veronica Massa. Eco Certificazione Spa e Muner sono promotori di questa borsa di studio.

In Piazza Grande, si è svolto a cura di Piacere Modena anche il laboratorio “Fast Car e Slow Food” con degustazioni guidate dei prodotti DOP e IGP della Provincia, unito ad un laboratorio legato alla velocità dei motori e lo spettacolo/degustazione ‘E-Risalutami tuo fratello’ di Andrea Barbi e Marco Ligabue.

Grande successo anche per gli eventi sportivi ospitati negli autodromi regionali. Adrenalinica la giornata all’Autodromo di Modena, dove si è tenuto il racing event “Hot Laps” di Invictus Corse. Una elettrizzante drive experience al fianco di piloti istruttori esperti, per vivere in prima persona l’emozione di sfrecciare tra i cordoli giallo e blu più famosi della Città dei Motori a bordo di Supercar da competizione a disposizione della azienda di Maranello: dalla Lamborghini Huracan GT3, alla Super Trofeo Evo e Evo2 fino alla Gallardo Super Trofeo, passando alle Ferrari 458 e 488 Challenge Evo.

Leggi ora: le news motori

Ultima modifica: 4 Maggio 2024