Motor Valley Accelerator, Plug and Play Mobility e STMicroelectronics hanno ospitato l’evento The future of mobility

708 0
708 0

Plug and Play e STMicroelectronics hanno collaborato all’organizzazione di un evento incentrato sul futuro della mobilità, che ha visto partecipare i principali operatori del settore – tra cui OEM, fornitori e startup – riunitisi per condividere le loro soluzioni sui temi più attuali dell’industria automobilistica. Tra questi, Marelli, HPE Coxa, Sabelt, CLN Group, Bosch, DXC Technology, Motherson e Jaguar Land Rover.

Con più di 150 partecipanti, reverse pitch e approfondimenti ispirati dagli hub di Plug and Play Mobility, diverse sessioni di networking che hanno messo in contatto le oltre 15 startup globali con i leader del settore, diversi keynote sui temi chiave che stanno trasformando il settore, la prima edizione di The Future of Mobility si è rivelata un evento imperdibile per tutti coloro che sono interessati all’evoluzione della mobilità e dell’automotive, che si rivela essere più sicura, più intelligente e più verde.

Edoardo Merli, Executive Vice President ADG Power Transistor Sub-Group General Manager della STMicroelectronics, ha parlato del futuro della mobilità, dando vita a una discussione moderata da Philipp Gneiting, Plug and Play Partner Success Director, per la regione EMEA, su cinque temi principali presentati da startup globali:

  1. Sunil Thomas, CBO di Zendar – una startup con sede nella Sillicon Valley impegnata a rendere la guida autonoma sicura e accessibile a tutti – ha analizzato in modo approfondito il trend della guida autonoma, evidenziando la necessità di investire in sensori, calcolo e sviluppo di software per rendere questo settore economicamente vantaggioso;
  2. L’elettrificazione è stato l’argomento principale trattato da David Fresneau, Marketing e Business Development di Silicon Mobility – una startup francese che sviluppa soluzioni per l’efficienza energetica dei veicoli intelligenti – che ha sottolineato come un controllo smart, ad esempio attraverso il loro algoritmo che ottimizza in tempo reale le applicazioni di controllo dell’energia nell’auto, sia necessario per consentire miglioramenti significativi in questo campo;
  3. Wallie Leung, Head of Global Business Development di Sonatus – una startup della Silicon Valley che ha creato soluzioni complete per aiutare gli OEM a costruire SDV – ha parlato di come l’Intelligent Vehicle / Connectivity impatti gli OEM per ottenere un time to market molto più veloce, una maggiore efficienza operativa e di prodotto e una risposta più rapida alle nuove opportunità e sfide;
  4. Alessandro Scuderi, responsabile della comunicazione di Ohoskin – azienda catanese che produce il primo materiale made in Italy alternativo alla pelle di lusso bio-based a partire da arance e cactus – ha spiegato cosa deve significare la sostenibilità in questo settore: riduzione delle emissioni, scelta di materiali bio-based al posto di quelli di origine animale o fossile, transizione verso l’economia circolare e soprattutto trasparenza;
  5. I digital twin e la loro capacità di abbreviare il percorso delle aziende verso l’innovazione sostenibile replicando con alta fedeltà il comportamento di un sistema elettromeccanico, è stato il trend presentato da Francesco Toso, co-fondatore e amministratore delegato di Newtwen di Padova, una startup con competenze in matematica, fisica, informatica e ingegneria, che sviluppa software per digital twin

È la prima volta che Plug and Play vede tre suoi uffici europei lavorare insieme per ospitare un evento sulla mobilità“, ha dichiarato Saeed Amidi, fondatore e CEO di Plug and Play. “Volevamo mostrare al mondo la potenza del nostro ecosistema riunendo le menti più brillanti dell’industria automobilistica e della mobilità: ed è proprio ciò che è accaduto qui a Catania“.

Plug and Play ha lanciato il suo programma dedicato a mobilità e automotive in Silicon Valley nel 2016. Da allora, nel solo settore della mobilità, ha accelerato oltre 800 startup e collaborato con più di 45 aziende intenzionate a portare l’innovazione in primo piano nelle loro attività. Negli ultimi sei anni, l’azienda si è anche espansa in oltre cinque diverse sedi in tutto il mondo. Due di queste includono Stoccarda, in Germania con il programma STARTUP AUTOBAHN powered by Plug and Play, e Modena con il Motor Valley Accelerator.

STARTUP AUTOBAHN powered by Plug and Play è una piattaforma di open innovation che fornisce un’interfaccia tra aziende tecnologiche innovative e aziende leader del settore. La base del programma è la partnership che si sviluppa tra le startup e le business unit aziendali. 

Dalla fondazione nel 2016, STARTUP AUTOBAHN ha coltivato oltre 380 progetti con più di 289 startup. 

Motor Valley Accelerator è il primo acceleratore verticale italiano legato al mondo dell’automotive e della mobilità, nato da un’iniziativa congiunta del network nazionale di CDP Venture Capital Sgr – Fondo Nazionale Innovazione, UniCredit, e Fondazione di Modena. È gestito da Plug and Play e CRIT, lanciato nel 2021 e giunto alla seconda edizione, ha già sostenuto 16 startup tramite investimenti e un programma di accelerazione di 5 mesi.

Entrambi i programmi rappresentano l’approccio più avanzato di open innovation, connettendo i principali attori dell’industria automobilistica e le startup di alto livello provenienti da tutto il mondo. 

Plug and Play è un partner fondamentale per le iniziative strategiche di open innovation di STMicroelectronics finalizzate a rendere la guida più sicura, ecologica e connessa per tutti.

Ci hanno sostenuto per creare a Catania un ecosistema di leader del settore automobilistico e startup innovative con le nostre iniziative di innovazione sulla mobilità del futuro“, ha dichiarato Alessandro Cremonesi, Executive Vice President, Chief Innovation Officer General Manager, System Research and Applications di STMicroelectronics.

STMicroelectronics è il leader visionario dell’industria dei semiconduttori che collabora con STARTUP AUTOBAHN e Motor Valley Accelerator, e ha co-organizzato l’evento Future of Mobility a Catania, dove ST ha oltre 4.700 dipendenti che si occupano di progettazione di prodotti, R&D, produzione front-end e marketing per i mercati automobilistico, industriale e delle comunicazioni. Inoltre, Catania è il centro di eccellenza globale di ST per l’elettronica di potenza basata sul silicio e su nuovi materiali (ad esempio, carburo di silicio e nitruro di gallio) nell’ambito del portafoglio STPOWER.

Ultima modifica: 26 Settembre 2022

In questo articolo