Un tour nel quartier generale Rimac con il signor Rimac in persona

2813 0
2813 0

La croata Rimac è nota nel mondo dell’automobile per essere una delle aziende specializzate in veicoli elettrici con il bagaglio tecnologico più avanzato del mondo. Come per tanti marchi di successo, anche Rimac ha umili origini: nata nel 2011 grazie all’idea di Mate Rimac, l’azienda è passata in pochi anni da piccola startup con sede nel garage del proprio fondatore a realtà di punta nel suo settore, con ben 500 dipendenti all’attivo.

Per celebrare il successo della propria creatura, Mate Rimac ha voluto realizzare un video tour in quattro episodi con il quale accompagnare fan e curiosi all’interno del quartier generale Rimac, a Sveta Nedelja, in Croazie. L’occasione è anche quella di fare un po’ il punto della situazione, in vista della prossima inaugurazione di una nuova unità di produzione.

Ecco il primo capitolo di questo tour in quattro puntate:

Come si vede dalle immagini, il “Virgilio” che accompagna gli spettatori fra i corridoi della sede del brand è lo stesso CEO e fondatore Mate Rimac, il quale racconta un po’ la storia di Rimac, partendo dalle umili origini, fino ad arrivare ai più recenti processi di progettazione e produzione.

Rimac Automobili, come molti sanno, deve il proprio successo non solo grazie alle hypercar elettriche che ha in catalogo, come la prima Concept One o la recentissima C_Two, ma anche e forse soprattutto per i servizi di consulenza e di fornitura di tecnologie ad altri grandi marchi internazionali. Ad esempio, Rimac fornisce le batterie a Koenigsegg e Aston Martin, e la casa inglese ha inoltre preso da Rimac il sistema di infotainment per la sua Valkyrie. Anche Pininfarina, che sta sviluppando la sua supercar a zero emissioni PF0, si affida al know-how dei croati.

Altre case si sono avvicinate a Rimac: è di poco tempo fa la notizia che Hyundai ha stretto un accordo con il brand croato per sviluppare assieme un nuovo modello di auto sportiva elettrica. E infine, anche Porsche ha annusato la qualità della startup, acquisendo nel giugno 2018 una quota di partecipazione del 10% nella società di Mate Rimac

Ultima modifica: 2 Giugno 2019