Motore Trifase: cos’è e come funziona

34590 0
34590 0

Il motore trifase è una particolare tipologia di motore elettrico; vediamo di cosa si tratta ed esaminiamo le sue caratteristiche principali.

Il funzionamento di un motore trifase si basa sostanzialmente sull’applicazione del classico principio del campo magnetico rotante di Galileo Ferraris. Il motore trifase, come si evidenzia bene dal termine, per funzionare necessita di un sistema trifase di correnti; esse saranno sfasate tra di loro, nelle condizioni di tempo e di spazio di 120 gradi elettrici.

Esistono principalmente due tipologie di motori trifase: vi è prima di tutto il motore trifase asincrono. Si tratta del tipo di motore trifase che viene maggiormente impiegato, per via dei suoi costi non eccessivi. Il motore trifase asincrono è caratterizzato dalla rotazione del rotore, più comunemente definito indotto. Quest’ultimo, sarà appunto asincrono, con il campo magnetico rotante. La seconda tipologia di motori trifase riguarda il motore sincrono: esso è sostanzialmente un motore, i cui rispettivi campo magnetico rotante e rotore, ruotano in sintonia.

Questa tipologia di motore verrà collegato alla linea trifase, che sarà da 230 V, o in alternativa da 400 V. Bisognerà a tal proposito considerare che tutti gli avvolgimenti che compongono il motore, dovranno essere alimentati da 230 V. A tal proposito ci potranno essere due diverse tipologie di collegamento. Vi sarà un possibile collegamento di tipo a stella: detto collegamento è in grado di trasferire la tensione dai 400 V ai 230 V, sugli avvolgimenti. Vi è poi un collegamento a triangolo, che conferirà agli avvolgimenti la medesima tensione della linea.

I motori trifase caratterizzati da un potenza rilevante, onde evitare il problema di una elevata ed eccessiva corrente allo spunto, adotteranno uno speciale avviamento a stella-triangolo. Quest’ultimo consentirà al motore di essere messo in moto e di operare a stella per qualche minuto, per poi funzionare normalmente a triangolo. Per effettuare questo tipo di manovra specifica esistono degli speciali temporizzatori.

Il campo magnetico rotante è un principio che potrà essere tranquillamente adottato anche con l’ausilio di un’alimentazione monofase. Sarà possibile adottare un’alimentazione monofase, qualora verrà adottato un apposito circuito che riesca a generare due correnti sfasate, di una misura di circa 90 gradi; dette correnti saranno applicate su avvolgimenti ortogonali tra di loro. Sarà possibile effettuare ciò con l’ausilio di un condensatore, che opererà il trasferimento della tensione di corrente, producendo conseguentemente uno sfasamento che dovrà essere idealmente di circa 90 gradi. Poiché detto sfasamento non sarà preciso, diminuiranno conseguentemente anche le prestazioni del motore.

Ultima modifica: 28 Luglio 2018