Drifting: cos’è e come si pratica

12396 0
12396 0

Oggi vi spiegheremo che cos’è il drifting, ovvero come è possibile mettere in pratica questa tecnica di guida e in cosa consiste.

Il drifting

La tecnica di guida del drifting, è stata portata alla ribalta dal film Fast and Furious e dalla serie di videogiochi dedicati a questo classico del grande schermo. Videogiochi come Need for speed hanno contribuito a diffondere l’interesse per questa particolare tecnica. Il drifting è un fenomeno che suscita molto interesse oggi tra i giovani. Oggi vi spiegheremo cos’è realmente il drifting e come potrà essere messo in pratica, sia nella guida reale che nelle simulazioni (videogiochi e simulatori di ultima generazione).

Tutti gli amanti del videogioco Need for Speed, avranno la possibilità di affinare la tecnica di guida del drifting proprio nella simulazione del noto videogioco. Chi invece, infatti, è in possesso della licenza di guida e di un’automobile: potrà provare questa tecnica, solo ed esclusivamente in luoghi isolati, dove non sarà possibile fare danni a sé stessi, agli altri, al proprio veicolo e agli altri veicoli.

La tecnica di guida del drifting, si mette in atto sfruttando la potenza del motore dell’autoveicolo, durante l’accelerazione o in alternativa sfruttando i trasferimenti di carico (peso) in fase di frenata e di rilascio, per far perdere aderenza alle ruote posteriori; queste ultime, perdendo aderenza, andranno a scivolare verso l’esterno della curva. Con il drifting, le curve vengono percorse, facendo assumere agli pneumatici posteriori un vero e proprio angolo di deriva (definito anche slip angle) differente rispetto all’angolo degli pneumatici anteriori.

Una volta che gli pneumatici posteriori prenderanno un angolo di deriva, si cercherà di mantenere la sezione posteriore del veicolo in sbandata controllata, per tutta la percorrenza della curva da parte dell’autoveicolo. La tecnica del drifting, viene molto utilizzata nel corso delle gare di Rally; in particolare, si mette in pratica il drifting nel Rally, quando ci si trova a correre su superfici caratterizzate da scarsa aderenza, come la terra, il fango, ecc.

Curiosità

I drifting non verrà invece praticato nelle corse su pista normale in asfalto, dal momento che in quel caso la tecnica del drifting, comporterà inevitabilmente delle perdite di tempo sul giro, e per questa ragione si evita di metterla in pratica. Il drifting indubbiamente fa perdere velocità al veicolo e inoltre gli pneumatici non sono in grado di scaricare a terra la potenza del motore del veicolo: ciò comporterà inevitabilmente una minor accelerazione in uscita dalla curva.

Ultima modifica: 28 Maggio 2018