Volano auto: cos’è e funzionamento

88262 0
88262 0

Molti componenti della nostra auto sono tanto fondamentali quanto sconosciuti. Il volano auto serve a regolare il ciclo del motore.

Si tratta di un componente metallico che ha l’aspetto di un disco tra l’albero motore e l’albero cambio, quello della frizione, per intenderci. Il volano può essere realizzato in diversi materiali che vanno dall’acciaio alla ghisa all’allumino. La sua funzione principale consiste nell’accumulare il lavoro motore, quello comunemente si chiama “coppia in eccesso”, per restituirlo al motore quando ne manca. Esso entra in funzione soprattutto durante la marcia al minimo. Non a casa si dice che in quel momento è maggiore la massa volanica.

Anche se pochissimi lo sanno, il volano funziona anche da riduttore delle vibrazioni con la conseguenza che la guida diventa più confortevole e fluida. Essendo sottoposto esso stesso a forti sollecitazioni, la sua massa è proporzionata alla cilindrata e della coppia motore. Anche il volano è sottoposto a usura. Se consumato, infatti, è necessario sostituirlo e la spesa non è delle più basse. Nel corso degli ultimi anni, sulle vetture di ultima generazione sono stati dei nuovi volani detti “bimassa” che si differenziano da quelli tradizionale perché formati da due elementi collegati da molle. Ancora una volta, l’obiettivo è quello di smorzare ulteriormente le vibrazioni. Segnali di un malfunzionamento del volano sono sentire un rumore fastidioso o, nel caso peggiore, far fatica a inserire le marce. Se si sospetta che il problema origini dal volano, la cosa migliore è rivolgersi al meccanico di fiducia. Il più delle volte, infatti, basta tenere premuto il pedale della frizione per avvertire rumori sospetti e accorgersi che il problema sta nel cuscinetto del volano.

Il cosiddetto volano bimassa deve il suo nome dall’essere costituito da due volani, uno primario, agganciato all’albero motore e un secondario su cui preme il disco frizione. Rispetto a quello normale, il volano bimassa pesa meno ed è più elastico per via delle sue molle. Ciò limita la rumorosità del meccanismo di trasmissione. Se da un lato quindi questo nuovo tipo di volano garantisce delle prestazioni più soddisfacenti dal punto di vista della guida, dall’altro ha il difetto di avere un costo molto elevato. Si parta da almeno 500-600 euro per un’utilitaria fino ai quasi duemila euro per le vetture di gamma di più alta gamma. Se avete dimestichezza con il fai da te, potete provare ad acquistare il pezzo di ricambio da soli e soprattutto darvi da fare con il montaggio. Ma prima di intraprendere una modifica così importante sulla vostra auto, assicurativi di essere in possesso del pezzo di ricambio omologato.

Ultima modifica: 25 Settembre 2017