Viaggio in camper: come prepararsi al meglio

1464 0
1464 0

Il viaggio in camper è l’ideale per gli amanti della libertà, perché questo mezzo consente piena autonomia per raggiungere le mete desiderate, senza vincoli di prenotazioni o orari in hotel. Di seguito alcuni suggerimenti per prepararsi al viaggio in camper.

Controllo e manutenzione del mezzo

Prima di progettare il viaggio e pianificare qualsiasi itinerario, sarà necessario occuparsi del camper e accertarsi della sicurezza del mezzo: sarà bene fare un tagliando magari presso la propria officina di fiducia. Bisognerà controllare stato e pressione delle gomme, per passare poi alla revisione dei freni e al controllo dei livelli dei liquidi.

Almeno quindici giorni prima di partire, si dovranno poi controllare tutti i documenti. Ci si dovrà accertare che la patente di guida sia valida, che tutti i viaggiatori abbiano una carta di identità o un passaporto non scaduto (a maggior ragione se si è diretti all’estero) e che i documenti del veicolo siano in ordine (libretto, bollo e assicurazione). Con le recenti normative UE sul green pass contro il Covid, sarà necessario richiedere anche questo certificato digitale che attesti l’avvenuto vaccino, la guarigione o il tampone negativo nelle precedenti 48 ore.

Viaggio in camper: la preparazione dei bagagli

Se si viaggia in più persone, gli spazi condivisi sul camper risulteranno limitati, specie se si traportano vari attrezzi. Per viaggiare in camper, quindi, bisognerà eliminare le cose superflue e portare solo lo stretto necessario: indumenti indispensabili, comodi, che non si stropiccino, che si possano lavare facilmente, ovunque ci si trovi, permettendo di coprirsi e scoprirsi a seconda delle temperature. Si deve preferire sicuramente l’abbigliamento tecnico, senza dimenticare di mettere in valigia almeno un capo più elegante: così si potrà partecipare anche ad una cena al ristorante o ad una serata a teatro.

Un viaggio avventuroso

I camperisti hanno varie opportunità: possono andare all’estero (imbarcando il camper per i tratti di mare) oppure in Italia, approfittando di qualsiasi stagione, dirigersi verso città, mare o montagna. C’è chi viaggia senza una meta precisa e chi sente la necessità di preparare un percorso riuscendo ad organizzarsi nei più particolari aspetti del soggiorno. È preferibile comunque fissare una meta e progettare un itinerario, per predisporre l’abbigliamento giusto e avere i documenti in ordine. Sarà necessario anche conoscere le strade che porteranno a destinazione e oltre ad utilizzare il navigatore satellitare, sarà opportuno anche munirsi di carta geografica e relativa mappa, strumenti che consentiranno di sapere sempre dove si è diretti.

Ultima modifica: 24 Giugno 2021