Come vendere un’auto senza revisione

19341 0
19341 0

Supponiamo che vogliate vendere la vostra vecchia auto e che, controllando i documenti relativi al mezzo, tra i quali ad esempio il libretto di circolazione, vi accorgiate che la revisione è scaduta. Come si può vendere un’auto senza revisione?

Si può vendere un’auto senza revisione?

La domanda che sorge immediata, in questa non remota eventualità, è la seguente: posso vendere lo stesso la mia vecchia auto? Ovvero: posso vendere un’auto senza revisione? Il punto, piuttosto ovvio, è che senza la revisione la macchina che desiderate vendere non può circolare sulle strade pubbliche. Il che significa, in altri termini, che se vendete una macchina senza revisione o con la revisione scaduta, vendete un oggetto inidoneo allo scopo per il quale è prodotto, che per l’appunto è circolare su strada.

A questo proposito va doverosamente ricordato che le sanzioni pecuniarie per la circolazione con la revisione scaduta o inesistente sono piuttosto consistenti e che raddoppiano se si viene fermati due volte per la revisione non effettuata dopo che è scaduto il termine per adempiere (e cioè entro quattro anni dall’immatricolazione per le macchine nuove e ogni due anni per le altre). Tecnicamente non è indispensabile, ai fini del passaggio di proprietà, che la vettura sia giuridicamente in grado di circolare su strada, però è obbligatorio da parte del venditore mettere al corrente l’acquirente circa la situazione, ovvero del fatto che la revisione non è stata proprio fatta o che è scaduta.

Come fare per contestare un atto

Se questo non viene fatto, diventa infatti possibile all’acquirente contestare l’atto sulla base di un suo difetto di volontà (ovvero non aver saputo, al momento della conclusione del contratto, che la macchina non avrebbe potuto circolare per via della revisione spirata). Va peraltro avvertito che quando si va di fronte all’impiegato del Pubblico Registro Automobilistico, è consuetudine che il funzionario, una volta che ha potuto vedere tutti i documenti, informi il compratore di questo dettaglio tutt’altro che trascurabile.

Per solito, quando capita di vendere un’auto senza revisione o con revisione passata di validità, al compratore si aprono due possibilità: o andare personalmente a fare la revisione prima di perfezionare la vendita oppure, dopo averlo debitamente informato, lasciare che sia l’acquirente a provvedervi dopo aver acquistato la proprietà del mezzo. Se tra le parti si pattuisce che dovrà essere il compratore a sobbarcarsi l’onere di provvedere a sottoporre la macchina ai controlli previsti per la revisione, di solito il prezzo di vendita ne verrà significativamente diminuito, date le spese che l’acquirente dovrà affrontare per provvedere alla verifica.

Ultima modifica: 19 Dicembre 2019