Specchietto retrovisore doppio quando usarlo

1049 0
1049 0

Probabilmente non è il massimo della bellezza estetica, ma può essere molto utile. Stiamo parlando dello specchietto retrovisore doppio, un dispositivo che molti automobilisti hanno imparato ad apprezzare. Vediamo dunque quando è opportuno usarlo.

Che cos’è lo specchietto retrovisore doppio

Va detto che in Italia è obbligatorio soltanto lo specchietto retrovisore laterale posto sul lato del guidatore, ma ormai non c’è autovettura che non lo abbia anche sul lato passeggero. Si tratta, come tutti sappiamo, di un aiuto semplicemente fondamentale in fase di parcheggio, di sorpasso, di controllo della integrità del veicolo e dello stato del traffico, senza dover scendere dallo stesso.

Dunque è un alleato prezioso per la sicurezza. Ma accanto alla versione tradizionale nella duplice installazione sui due lati, in commercio non è difficile trovare una versione che offre ulteriori prerogative. Si tratta dello specchietto retrovisore doppio. Esso è utilizzato in particolare da quanti guidano mezzi con rimorchio o caravan, ed è posto su entrambi gli specchietti laterali.

Ma non solo. Esiste anche lo specchietto centrale doppio, molto utile quando si hanno dei bambini a bordo: con il classico specchio centrale potremo verificare il traffico dietro le nostre spalle mentre con quello più piccolo potremo controllare i bambini sul sedile posteriore.

In futuro, forse, questi dispositivi saranno mandati tutti in pensione dallo strapotere delle telecamere che già si stanno diffondendo impetuosamente. Ma per il momento, no specchietto, no guida sicura.

Come funziona

Entrando un po’ nel dettaglio tecnico, va detto che ogni specchietto ha un supporto regolabile e un braccio che permette il fissaggio al telaio o al parabrezza. In Europa l’uso di questi strumenti è disciplinato dalla Direttiva 2003/97/CE del 10 novembre 2003.

Tornando alle disposizioni normative, in Italia lo specchietto laterale sinistro (tradizionale) è obbligatorio dal 1 gennaio 1977. Se non si possiede questo dispositivo si rischia una multa tra 80 e 318 euro.

L’articolo 72 del Codice della strada che si occupa dell’equipaggiamento dell’auto prevede anche gli specchietti retrovisori fra gli accessori. Per regolare lo specchietto posizionato al lato del conducente e capire se è orientato nel modo corretto bisogna inclinare la testa verso sinistra e sfiorare il finestrino, se appare l’ultima parte a sinistra della carrozzeria vuol dire che il dispositivo di visione indiretta è ben posizionato.

Per regolare lo specchietto retrovisore laterale destro bisogna piegarsi leggermente verso il centro della macchina e muovere lo specchietto che deve riflettere il lato destro del parafango. Oggi le auto hanno praticamente tutte sistemi di comando elettrificati sul lato guida. Per allineare lo specchietto retrovisore interno, che deve garantire una buona visione sul lunotto posteriore, è bene puntare verso l’alto.

Ultima modifica: 2 Novembre 2022