Sistema frenante auto: come funziona

25903 0
25903 0

Il sistema frenante ha un ruolo di fondamentale importanza per garantire la sicurezza dei passeggeri in auto, per questo richiede continua manutenzione.

Mantenere il sistema frenante della propria auto in perfetto stato è una garanzia di elevata priorità non solo per se stessi, ma anche per passeggeri ed altri automobilisti su strada. Vediamo di comprendere meglio in che modo funzioni il sistema frenante dell’auto.

Come funziona

In che modo esattamente funzionano i freni dell’automobile. Ecco cosa accade. Nel momento in cui si esercita la pressione sul pedale del freno, questa, generata da un particolare sistema pompa-liquido, deve arrivare sino alle ruote dell’autovettura. Se si tratta di ruote provviste di freni a disco, la pressione esercitata sul pedale attiva l’azione di una pinza idraulica che fa attivare le pastiglie dei freni che premono sul disco. Mentre, nel caso in cui le ruote abbiano i freni a tamburo, la pressione esercitata sul pedale farà in modo che si aprano due ganasce che eserciteranno la loro azione sul tamburo.

Gran parte dell’azione dei freni viene esercitata sulle ruote anteriori dell’auto. Nel caso dei freni a disco, essendo più resistenti, questi vengono situati nella parte anteriore dell’auto, garantendo in questo modo anche una adeguata ventilazione, in modo da migliorare il raffreddamento del sistema stesso. I freni a tamburo, solitamente, vengono montati nella parte posteriore della vettura. Chiaramente questo in relazione al diverso modello e marchio della vettura.

Sistema ABS e impianto frenante

Questo particolare sistema, detto anche di antibloccaggio, è posto in relazione al sistema frenante dell’auto. Oggi è presenti su tutti i veicoli, proprio per garantire una maggiore sicurezza su strada. Questo sistema, infatti, nel caso in cui vi sia una frenata di emergenza, evita che le ruote si blocchino, limitando in questo modo il rischio che si possa perdere il controllo dell’auto in corsa.

Per poter mantenere il sistema frenante della propria auto sempre in perfette condizioni, è fondamentale che si eseguano manutenzioni e controlli periodici. Uno dei principali nemici dei freni è dato dal calore, questo chiaramente non può essere evitato poiché si genera in maniera automatica durante la frenata. Tra l’altro, bisogna precisare, che si tratta di temperature elevate che possono anche raggiungere gli 800°C. Il surriscaldamento è un problema non di scarsa rilevanza soprattutto quando si percorrono strade in discesa oppure ad elevata pendenza. Bisogna prestare particolare attenzione alle pastiglie del sistema frenante, poiché sono realizzate con materiali facilmente deteriorabili. La loro efficacia è in ogni caso legata anche allo stato dei dischi.

Quando si sostituiscono le pastiglie, è opportuno far controllare anche i dischi e cambiarli se necessario. Quando si tratta di freni a tamburo, è consigliabile effettuare una regolare revisione anche delle ganasce, facendo attenzione che il loro spessore non sia al di sotto di 1,5 mm. Questa, infatti, subiscono l’azione delle pastiglie, se il loro spessore è inferiore al limite indicato, potrebbero esservi degli sbandamenti proprio nella parte posteriore dell’auto a causa del blocco delle ruote.

Ultima modifica: 28 Giugno 2017