Ritrovamento auto dopo furto: quante possibilità ci sono?

22617 0
22617 0

Da sempre, in Italia, il furto di autovetture è uno dei problemi più difficile da gestire anche se, nel corso degli anni, nella rosa dei principali furti cittadini, quello d’auto ha subìto un decremento rispetto, per esempio, al furto negli appartamenti. Il calo dei furti di automobili è dovuto principalmente allo scarso parterre di scelta che c’è in questo ultimo periodo vista la crisi economica e quindi una riduzione di domanda nel settore. Si comprano meno macchine. Il numero di vetture nuove in circolazione si è notevolmente ridotto. Tuttavia, a volte può capitare e allora va denunciato immediatamente questo fatto. Il ritrovamento auto da parte della polizia non è una cosa così scontata.

Prima di capire quante possibilità ci sono di ritrovare la propria vettura è bene sapere quali i passaggi da fare non appena si è constatato il furto.

Cosa fare dopo un furto auto

Prima di tutto è necessario farne denuncia alle autorità competenti e avvisare immediatamente la compagnia di assicurazione che ci copre la vettura, specificando se il libretto di circolazione e la carta sono stati rubati insieme alla vettura, o sono ancora in vostro possesso. Un passaggio molto importante è la dichiarazione della perdita di possesso della vettura al PRA . Una volta eseguiti questi passaggi e, in base al tipo di copertura assicurativa che avete, si può fare una stima di rimborso per furto.

Se invece, come vi auguro, la vettura viene ritrovata, i passaggi successivi sono altri e, nel caso di un indennizzo ricevuto, si deve rimborsare l’importo sollevando, nel caso in cui fosse necessario, una verifica per le parti usurate e/o danneggiate durante il furto.

Quante possibilità ci sono di ritrovare la propria vettura?

Dipende. Sicuramente le percentuali di ritrovamento delle autovetture ritrovate sono piuttosto basse e dipende un po’ anche dalla fortuna e dal luogo del furto. Se la vettura è molto commerciale, generalmente, viene rubata per esser smontata e rivenduta “ a pezzi”. In tal caso si può dire addio all’amata e mettersi l’animo in pace.

A volte il furto viene fatto invece perché al “topo ” necessita una vettura per scappare, per muoversi o, addirittura, per fare altri furti. In tal caso il ritrovamento potrebbe essere quasi certo. La vettura viene rubata e, nel momento in cui la benzina finisce, viene abbandonata dove capita. Questi sono casi di fortuna individuale più o meno spiccata, ma è bene segnalare anche delle iniziative “private” che aiutano, o almeno cercano di aiutare, gli sfortunati. Per esempio la pagina Facebook e il sito internet www.autorubate.org è un servizio gratuito per aiutare chi ha subito il furto della vettura, e anche per chi deve segnalare ritrovamenti di vetture abbandonate, oppure per chi volesse esporsi come testimone oculare.

Queste iniziative spesso sono più efficaci dell’azione della polizia. Questo non perché le autorità competenti non siano capaci di fare il loro lavoro ma, piuttosto perché, i cittadini si muovo e la mobilità è talmente elevata che “gli occhi” per guardare si raddoppiano e, a volte, finiscono anche in posti impensati.

Ultima modifica: 11 Maggio 2017