Come ritoccare la vernice auto

5380 0
5380 0

Per quanto si possa essere maniacali nella cura della carrozzeria della nostra vettura è inevitabile che, con l’uso, compaiano sulla vernice auto dei piccoli graffi o sfrisi. Questi segni possono essere provocati nei modi più disparati e con gli anni, tanto più è intenso l’uso che si fa della vettura, tanto più diventeranno numerose queste imperfezioni che, pur essendo danni di piccola entità, sono sempre spiacevoli da vedere e comunque costosi da riparare.

Cosa sapere sulla vernice auto prima del ritocco

Se questi graffi riguardano solo lo strato più esterno della vernice auto, però, è facile farli sparire anche senza ricorrere a un carrozziere. La vernice di ogni autovettura, infatti, è composta da tre strati: un primo strato di primer, che costituisce la base su cui stendere la vernice; un secondo strato, formato dalla vernice vera e propria; infine, un terzo strato trasparente, che ha la funzione di proteggere il colore, oltre che di rendere lucida la carrozzeria.

Detto questo, se il graffio ha intaccato solamente l’ultimo strato, che ha uno spessore tra uno e due millimetri, è facile cancellarlo senza dover ricorrere all’uso di vernice. Per prima cosa, verifichiamo che il segno sia effettivamente superficiale bagnandolo; se l’acqua lo fa momentaneamente sparire, significa che la vernice non è stata intaccata e possiamo procedere con il metodo seguente.

Porcedura per ritoccare la vernice auto

Dopo aver pulito la carrozzeria con acqua e sapone, delimitiamo la zona rovinata con del nastro adesivo (questo perché, una volta iniziato a lavorare, potrebbe essere difficile riconoscere il punto esatto in cui la vernice è rovinata).

Fatto ciò, bagnamo nuovamente con acqua e sapone la parte segnata e inumidiamo anche un foglio di carta abrasiva di grana 3000, che andremo ad avvolgere attorno ad una spugna, in modo tale da esercitare una pressione uniforme sulla carrozzeria.

Dopo aver passato la carta sul graffio con movimenti circolari per qualche decina di secondi, asciughiamo per controllare se il graffio è ancora presente. Non appena il graffio non si vedrà più, toglieremo il nastro; a questo punto la superficie su cui avremo lavorato risulterà essere opaca, in confronto al resto della carrozzeria, e dovremo quindi ripristinarne la lucidezza.

Per fare ciò inizieremo a levigarla con una carta abrasiva di grana 5000, sempre avvolta attorno a una spugna e quindi applicheremo del polish per graffi con un panno di licra, fino ad ottenere nuovamente la lucidità originaria della carrozzeria.

Per finire, applicheremo sulla zona della pasta di cera per protezione e la vernice apparirà come nuova.

Ultima modifica: 23 Novembre 2018