Rinnovo della patente, ogni quanto e in cosa consiste

1278 0
1278 0

Se la patente di guida sta per scadere e non si conosce la procedura per rinnovarla, ecco di seguito una pratica guida con la spiegazione dei passaggi fondamentali.

Regole Covid per il rinnovo patente

Visto il prolungamento dello stato di emergenza Covid, lo scorso anno sono state previste nuove scadenze per il rinnovo della patente. Nello specifico, le patenti di guida scadute tra il 31 gennaio 2020 ed il 31 maggio 2022 hanno prolungato la loro validità fino al 29 giugno 2022.

Per quanto riguarda invece la circolazione negli altri Paesi membri dell’UE con patenti di guida rilasciate in Italia, l’unica proroga valida riguardava i 10 mesi a disposizione di chi ha un documento con scadenza nel periodo 1° aprile-giugno 2021. È però consigliabile informarsi prima di partire, perché i singoli Stati possono emanare disposizioni diverse.

Le diverse tipologie di patente e il loro rinnovo 

Quella di cui abbiamo parlato sino ad ora è la patente più diffusa, la B, necessaria per condurre le automobili, ma il rinnovo patente varia a seconda della tipologia della stessa con limiti più stringenti per quanto riguarda gli autotrasportati sottoposti a rinnovi con intervalli di tempo inferiori rispetto agli automobilisti. I possessori di patente C o D, ad esempio, dovranno effettuare il rinnovo ogni 5 anni, e non ogni 10, sino al compimento dei 65 anni di età.

Il costo della procedura del rinnovo patente

Il costo per il rinnovo della patente è assolutamente abbordabile. In genere la spesa oscilla tra i 100 ed i 130 euro ed in questa somma sono inclusi i costi per la visita medica, oscillanti tra 60 e 90 euro, nonché 16 euro di marca da bollo, 10,20 euro di diritti di Motorizzazione ed infine 6,8 euro di spese di spedizione della patente tramite posta assicurata.

Rinnovo patente alla Asl

Il rinnovo della patente può essere effettuato presso la ASL di competenza. Si affronterà una visita medica per verificare che l’automobilista non sia affetto da malattie che possano comportare un rischio per la circolazione. Il medico accerterà quindi la presenza dei requisiti psicofisici necessari per mettersi al volante.

Rinnovo patente ACI

È possibile effettuare il rinnovo patente presso l’ACI più velocemente e senza attese. Si verrà sottoposti ad una identica visita medica che avrà il compito di accertare lo stato psicofisico dell’automobilista e sarà la stessa ACI a gestire tutte le pratiche sulla documentazione necessaria. Il costo di questa scelta, però, sarà leggermente superiore al rinnovo patente effettuato autonomamente presso l’ASL.

Documenti necessari

Prima di procedere al rinnovo patente si dovranno avere con sé:

  • i bollettini dei versamenti effettuati al Ministero dei Trasporti e per l’imposta di bollo
  • la patente in scadenza
  • un documento di identità in corso di validità
  • il codice fiscale
  • due fototessere
  • le eventuali certificazioni che indichino la presenza di patologie o l’obbligo di indossare occhiali da vista.

La cadenza temporale del rinnovo patente 

Se si vuole scoprire quando scade la patente, sarà necessario controllare la facciata anteriore del documento di guida. Al punto 4a è infatti indicata la data di rilascio della patente, mentre al punto 4b è indicata la prima scadenza dello stesso.

Per i soggetti fino a 50 anni di età il rinnovo deve essere effettuato ogni 10 anni, mentre per i soggetti tra 50 e 70 anni questo deve essere effettuato ogni lustro. Per i guidatori con età compresa tra 70 e 80 anni il rinnovo va effettuato ogni 3 anni.

Rinnovo patente dopo 80 anni

Per i guidatori over 80 il rinnovo della patente dovrà essere effettuato ad intervalli ristretti. Nello specifico ci si dovrà sottoporre a visita medica ogni due anni così da verificare il mantenimento delle capacità psicofisiche fondamentali per mettersi alla guida in sicurezza.

Come funziona la visita

Il proprio medico di famiglia fornisce al candidato il certificato anamnestico nel quale vengono indicate le eventuali patologie. Il medico della ASL sottoporrà il paziente alla visita oculistica e a quella dell’udito. Il candidato dovrà dimostrare di possedere un’acutezza visiva per i due occhi di almeno sette decimi con almeno due decimi per l’occhio più debole e di percepire il senso di una conversazione a non meno di due metri. Vengono anche effettuati controlli sui valori della pressione del sangue e sul battito cardiaco nonché domande di carattere psicologico. Qualora la visita dia esito positivo verrà rilasciato immediatamente il certificato che attesta il possesso dei requisiti psicofisici minimi richiesti per il conseguimento della patente di guida.

Dove si rinnova la patente scaduta

La visita per il rinnovo patente può essere effettuata presso una ASL, presso la Motorizzazione Civile o presso un’autoscuola.

Requisiti anagrafici per il rinnovo patente

La legislazione italiana prevede un rinnovo della patente di guida ogni 10 anni fino al compimento dei 50 anni di età, mentre per chi ha un’età compresa tra i 50 e i 70 anni, il rinnovo va effettuato ogni 5 anni.

Proroghe delle patenti scadute, durante l’emergenza Covid-19

Col prolungamento dello stato di emergenza Covid sono state previste nuove scadenze per il rinnovo della patente. Le patenti di guida scadute tra il 31 gennaio 2020 ed il 31 maggio 2021 sono valide fino al 31 marzo 2022, quelle scaduta tra il 1°giugno 2021 ed il 30 giugno 2021 sono valide fino a 10 mesi dopo la scadenza normale, quelle con scadenza tra il 1° luglio 2021 ed il 31 dicembre 2021 sono valide fino al 31 marzo 2022.

Ultima modifica: 23 Settembre 2022