Revisione auto: scadenza e sanzioni da pagare

2625 0
2625 0

La revisione dell’auto o della moto è uno degli appuntamenti più importanti per gli automobilisti e i centauri e i loro veicoli, dal momento che si tratta dell’unico controllo che permette di verificare e certificare lo stato in cui si trovano la macchina o la moto. Spesso questo test è considerato come una seccatura e come un ulteriore obbligo, un impegno che comporta una perdita di tempo e denaro e che deve essere adempito solamente per scampare il pericolo delle sanzioni, tuttavia, si tratta di un importante controllo che permette di garantire che i veicoli possono circolare senza rischi, sia per i proprietari che per gli altri utenti della strada. Vista quindi l’importanza della revisione, è bene tenere presente anche quali siano le scadenze da rispettare e le eventuali sanzioni da pagare in caso di negligenza.

Scadenza e sanzioni da pagare

La revisione è un controllo che deve essere eseguito periodicamente. Le scadenze imposte dalla legge sono le stesse per tutti i veicoli con una massa inferiore alle 3,5 tonnellate, mentre, per i veicoli più pesanti e per quelli a noleggio o adibiti al trasporto di persone la revisione deve essere effettuata con scadenza annuale. Per quelli che rientrano nella prima categoria citata, invece, nel caso in cui si tratti di un veicolo nuovo, la prima revisione deve essere effettuata dopo quattro anni dalla data di immatricolazione, per quanto riguarda invece auto, moto e furgoni usati, la scadenza incombe ogni due anni.

Per quanto riguarda la data di scadenza è prevista un minimo di tolleranza al riguardo, quindi, se la revisione sia stata fatta in un qualsiasi giorno del mese sarà possibile effettuare il controllo dopo due anni, entro la fine del mese di riferimento e non necessariamente entro la data esatta. Per sapere quando sia la scadenza, basterà controllare la data sul libretto di circolazione oppure verificare tutte le informazioni necessarie attraverso il portale dell’automobilista. Come già detto, l’importanza di questa certificazione è innegabile sia per la sicurezza personale che per quella degli altri, e, proprio per questo motivo i controlli al riguardo sono alquanto severi e tassativi.

Revisione auto scaduta, quanto bisogna pagare?

La multa prevista nel caso in cui la revisione del veicolo con il quale si circola sia scaduta, varia tra i 150 a 679 euro che si trasformano in un minimo di 1.957 e un massimo di 7.829 euro in caso di recidiva. Nell’eventualità in cui la certificazione dell’effettuata revisione sia falsa, la sanzione varia tra i 422 a 1.695 euro. Data l’importanza di questo controllo, e viste anche le multe previste in caso di infrazione, è consigliabile quindi avere ben presente quando sia il termine per la prossima revisione. Per fare ciò è anche possibile aiutarsi con numerose applicazioni, appositamente create per andare incontro anche ai più distratti.

Ultima modifica: 9 Dicembre 2019