Revisione auto: di che cosa si occupa?

1308 0
1308 0

La revisione auto è un obbligo imposto dalla legge per garantire la circolazione di vetture in buono stato di manutenzione e che rispettino i limiti imposti per le emissioni inquinanti.

Che cosa verifica la revisione

La revisione non può essere effettuata da qualunque autofficina, ma solo dalle officine autorizzate. I tecnici che effettuano tutti i controlli previsi sono formati attraverso ad un corso preparatorio che è necessario superino.

Nel corso della revisione ci si accerta del corretto funzionamento dell’apparato meccanico, del sistema di sensori e telecamere, del rispetto dei livelli di inquinamento acustico, dei sistemi di pulizia, della coincidenza tra il numero del telaio e quello riportato sulla documentazione.

In merito ai documenti relativi al veicolo, è bene che l’individuo incaricato di effettuare la revisione verifichi lo stato di conservazione e di facile lettura. La carta di circolazione è un reperto ufficiale, quindi, è necessario che sia ben custodito all’interno dell’abitacolo, in caso contrario, si può incorrere in sanzioni.

Di seguito, sono analizzati tutti i controlli che la legge prevede vengano svolti in sede di revisione:

  • impianto frenante: l’automobile è sottoposta a prove per verificare la capacità di frenata delle ruote anteriori, di quelle posteriori e del freno di stazionamento;
  • sistema di pulizia: viene controllato lo stato di usura e di corretto funzionamento dei tergicristalli e il livello del liquido per la pulizia del parabrezza;
  • avvisatori acustici: la prima verifica riguarda il clacson. Poi, per i veicoli dotati di sensori acustici per il parcheggio, sono svolti ulteriori controlli, nei quali, se presente, è coinvolta anche la videocamera;
  • luci: ne viene verificato il funzionamento e il corretto posizionamento. Subiscono controlli tutte le luci di posizione, gli indicatori di direzione, i fanali, gli abbaglianti e la lampadina che illumina la targa;
  • pneumatici: il controllo riguarda la giusta tipologia di pneumatico rispetto alla stagione in cui ci si trova, la pressione, la dimensione e lo stato d’usura;
  • telaio: la carrozzeria dell’auto non deve presentare danni gravi o ammaccature molto evidenti.

Oltre a tutti questi aspetti strettamente legati alle componenti della vettura, in sede di revisione, è necessario un controllo anche sul kit di sicurezza che deve essere sempre presente per norma di legge. L’equipaggiamento da avere in caso di emergenza è composto dal triangolo e dal gilet catarifrangente.

Tempistiche ed esito finale della revisione

Una revisione eseguita in modo accurato e monitorando ogni aspetto previsto dalle regole avviene in circa 20-30 minuti. Questo intervento si può prenotare tramite i centri meccanici autorizzati dal Ministero dei Trasporti oppure direttamente alla Motorizzazione Civile.

La revisione ha un risultato finale che può essere positivo o negativo: solamente le auto con esito positivo possono continuare a circolare su strada. Per evitare di incorrere in una revisione dall’esisto negativo, è possibile effettuare un controllo “pre-collaudo”. Questo è utile per accertarsi che non ci siano particolari anomalie che sicuramente condizionerebbero il buon esisto della revisione auto.

Nel caso in cui si incorresse in un risultato negativo, l’officina è tenuta a segnalare le ragioni della mancata approvazione ed il proprietario può, quindi, effettuare le riparazioni necessarie.

 

 

Ultima modifica: 20 Ottobre 2021