Regali di Natale per appassionati di motori

680 0
680 0

Anche se sarà un Natale in parsimonia e in economia per via della pandemia e del Lockdown, che forse ci costringerà a festeggiare lontano da tutti gli amici per stare in famiglia e in pochi intimi, un regalo ed obbligo. E pensarlo dedicandolo a chi è realmente appassionato di auto e moto può essere relativamente più facile. Se conosciamo bene la persona qui il regalo sarà indirizzato.

Regali per motociclisti

Se abbiamo a disposizione un budget, magari anche non altissimo, si può pensare sicuramente a un capo d’abbigliamento tecnico per l’amico che va in moto. Si va dalle poche decine di euro per un buon paio di guanti invernali. Poco meno se vogliamo comprare un sottocasco, un po’ di più per una tuta antipioggia.

Se pensiamo a un giubbotto, magari di tessuto tecnico con l’interno invernale staccabile che diventa anche un comodo blazer per l’estate, sicuramente si tratta di un’idea vincente. Molto dipende da quanto conosciamo la persona alla quale ci rivolgiamo. Un giubbotto, per esempio, è un regalo molto personale che può piacere ma che può anche risultare impegnativo a seconda del colore che scegliamo se non è perfettamente abbinato alla moto o adatto al gusto della persona.

Occhio al casco

Stesso discorso per il casco che è in assoluto l’oggetto più personale da regalare a chi guida una moto. Il casco, per un motociclista, è qualcosa che spesso va scelto del tutto personalmente. Se vogliamo veramente fare un regalo così impegnativo sarà meglio evitare le sorprese e andare a braccetto con la persona che ci sta a cuore per sceglierlo insieme. Sicuramente apprezzerà. Evitate acquisti online se non sapete esattamente cosa state acquistando e se sarà davvero utile alla persona a cui è destinata. Piuttosto è meglio un buono acquisto.

Regali per un automobilista

Se invece ci rivolgiamo a un automobilista le idee possono essere davvero molteplici. Alcune estremamente pratiche: ad esempio dei buoni carburante. Non sarà la cosa più elegante del mondo, in fondo stiamo regalando dei soldi. Ma se si tratta di figli o nipoti e non si vuole regalare la solita busta con i soldi e un bigliettino da auguri all’interno, questa può essere una buona idea. Sarà utile sia per la macchina che per il motorino e sicuramente saranno utilizzati nel modo migliore. Ormai tutte le compagnie offrono carte regalo e coupon perché acquista carburante, l’ideale per un regalo.

Lavaggi e kit per l’auto

Alla stessa maniera si possono regalare anche dei lavaggi per la vettura di chi ci sta a cuore: magari si tratta di una persona pigra, che non ama lavare la macchina. Ma che in questo periodo in cui si parla moltissimo di igienizzazione anche delle vetture, potrebbe apprezzare il nostro gesto.

Una carta ricaricabile per un self-service, piuttosto che una serie di lavaggi specializzati e professionali rappresentano sicuramente un’idea vincente.

Altrettanto apprezzabile potrebbe essere qualche acquisto specifico per la vettura: un set protettivo per le poltrone, un deodorante speciale – anche se la cosa potrebbe essere fraintesa e potrebbe dunque non risultare elegantissima – o magari un kit di tappetini.

Se la persona cui vogliamo fare un regalo è un fanatico della musica e vuole ascoltarla bene in macchina un regalo sicuramente apprezzato sarà un elemento per la diffusione: casse, preamplificatore, magari un’unità autoradio esterna. Ne esistono diversi in commercio e non tutti costano un occhio della testa. Basterà rivolgersi a un negozio specializzato che si occuperà poi anche del montaggio.

Corsi di guida

Sempre più successo nel corso degli ultimi anni stanno poi ottenendo i corsi di guida sicura. Si tratta di qualcosa di estremamente pratico ma anche di molto apprezzato: qualcosa che riguarda non soltanto chi dell’auto fa un uso professionale. Ma anche chi, magari, ha bisogno di qualche consiglio per migliorare il proprio stile, sempre nell’ottica della massima sicurezza. Esistono moltissimi corsi in questo senso: quelli che insegnano il segreto della guida sul bagnato, che limitano le conseguenze di un sovrasterzo o di un sottosterzo quando si guida l’inverno. Ma anche quelli che ti danno l’ebrezza di un primo approccio alla pista. Dedicato in modo particolare a chi avrebbe sognato una carriera da pilota automobilistico ma si deve accontentare di un’utilitaria.

In pista con i bolidi

In questo senso, poi, saranno sicuramente molto apprezzati i cosiddetti kit di esperienza. In commercio se ne trovano moltissimi. Un po’ dappertutto, anche nei centri commerciali ci sono pacchetti con i quali si regalano esperienza di guida sportiva su macchine da corsa con l’aiuto di piloti professionisti. Quelli più costosi possono durare anche un intero fine settimana e comprendono, oltre a qualche ora di guida all’interno di un circuito, anche il test ufficiale su auto di grande prestigio. Più ricco il pacchetto più prestigioso sarà la vettura: Ferrari, Lamborghini, Maserati… tutto il repertorio che potrebbe far sognare chi non avrebbe mai la possibilità di pilotare auto del genere ma, grazie un regalo natalizio con i fiocchi, potrebbe togliersi questo sfizio.

Comprare un’auto: perché no?

Natale è l’occasione speciale per eccellenza e, in questo periodo, le opzioni commerciali per chi decide di cambiare auto o moto sono davvero tantissime. La crisi determinata dalla pandemia, tutto sommato, offre qualche opportunità in più per chi decide di fare un acquisto importante. Se ci sono dei genitori che, in questo particolare momento, vogliono fare un bel regalo ai propri figli, magari neopatentati, troveranno delle opportunità commerciali irripetibili per la prima auto dei loro ragazzi.

Ci sono concessionarie e case automobilistiche che stanno offrendo sconti impressionanti, anche del 30-40%. Un momento probabilmente irripetibile in considerazione del fatto che i magazzini delle grandi case automobilistiche sono piene di modelli invenduti e che lentamente le catene di montaggio stanno riprendendo a produrre. Di qui la necessità di mettere in vendita modelli nuovissimi a prezzi mai così bassi. È il regalo più ambizioso in assoluto ma vale la pena farci un ragionamento.

Ultima modifica: 2 dicembre 2020