Quando pagare il bollo auto scaduto

880 0
880 0

Fra le incombenze che spettano agli automobilisti, quella del bollo auto è tra le più importanti. Infatti, questa tassa automobilistica pesa sulle spalle di tutti coloro che risultino proprietari di un veicolo secondo il pubblico registro automobilistico (PRA). Vi sono solamente alcuni casi esenti dal pagamento del bollo auto, rappresentate da persone disabili e automobili immatricolate da più di 30 anni. Ma vediamo insieme in questo articolo quando è necessario pagare il bollo auto a seconda della situazione del tuo veicolo e altre informazioni che potrebbero essere utili.

Quando pagare il bollo auto in base al tuo veicolo

Il momento in cui è necessario pagare il bollo auto cambia in base alla situazione del tuo veicolo. Vediamo nello specifico cosa si intende:

  • auto nuova di fabbrica: in questo caso, è necessario pagare il bollo auto entro la fine del mese dell’immatricolazione del veicolo; vi è un’eccezione per cui se questa data cade negli ultimi 10 giorni del mese è possibile pagare il bollo entro la fine del mese successivo;
  • auto circolante: per le auto già immatricolate da tempo, la tassa automobilistica è dovuta nel mese successivo all’ultimo pagamento effettuato;
  • auto usata comprata da rivenditore: in questo caso, è necessario accertarsi se il bollo sia in corso di validità, ed è quindi sufficiente rispettare l’annualità, oppure se il rivenditore ha chiesto l’esenzione è necessario rispettare la casistica delle auto nuove.

Nell’ultimo caso in cui si compri un’auto da un venditore privato, se il bollo risulta scaduto al momento del passaggio di proprietà deve essere saldato dal vecchio proprietario, altrimenti il pagamento successivo spetta al nuovo acquirente.

Informazioni utili sul pagamento bollo auto

Nella maggior parte d’Italia, la tassa automobilistica è gestita dalle Regioni e dalle Province Autonome di Trento e Bolzano. Solo nel caso del Friuli Venezia Giulia e Sardegna questa tassa è gestita dall’Agenzia delle Entrate. Per il pagamento, è possibile approfittare dei servizi online offerti dall’ACI e pagare il bollo auto autonomamente nella comodità della propria casa. È possibile però usufruire anche di altri servizi per il pagamento della tassa automobilistica, quali:

  • home banking per la banche che offrono il servizio;
  • tabaccherie tramite i servizi Sisal e Lottomatica;
  • uffici postali o portali online di Poste Italiane;
  • presso le agenzie di pratiche automobilistiche.

È importante sottolineare che è necessario adempiere al pagamento di questa tassa automobilistica, in quanto la circolazione con il bollo scaduto potrebbe risultare in sanzioni economiche importanti per l’automobilista. Se si arriva a 3 anni senza il pagamento del bollo, si incorre nella radiazione del veicolo dal PRA e, dunque, non è più possibile utilizzare il veicolo.

Ultima modifica: 21 Giugno 2022