Qual è l’autonomia delle auto elettriche?

2250 0
2250 0

Le auto elettriche poco alla volta stanno facendo breccia nel mercato internazionale automobilistico ma ancora ci sono molti utenti che vedono questi modelli poco affidabili. Poco sicuri in fatto di autonomia e pochi punti dove poter fare la ricarica. Questi i punti deboli che ritardano l’espansione della mobilità ‘green’.

Auto elettriche: modello a combustione interna

Utilizzando un modello a combustione interna abbiamo senza dubbio una maggiore autonomia in fatto di mobilità (su tracciato urbano e extraurbano), inoltre, la rete dei punti di rifornimento è capillare in tutto il territorio nazionale a differenza delle colonnine per la ricarica elettrica. Il mercato dei veicoli elettrici è in forte espansione e poco alla volta si sta cercando di aumentare i punti delle colonnine per la ricarica, anche se è possibile ricaricare la propria auto elettrica anche a casa grazie al kit adeguato.

Anche se i tempi di ricarica si allungano di molto. Il vero problema però resta la poca autonomia di viaggio in confronto alle vecchie automobili. Gli ultimi modelli di auto ‘green’ hanno un’autonomia di viaggio che varia da un minimo di 150 km a un massimo di oltre i 500 km. Quindi, in caso di acquisto dovremmo verificare la percorrenza totale dei nostri spostamenti quotidiani.

Inoltre, bisogna tenere conto di togliere circa il 20% sui dati pubblicizzati dalle case automobilistiche relativa all’autonomia di ogni modello in vendita. In commercio è possibile trovare diversi modelli di veicoli con differenti autonomie di viaggio.

Più autonomia: che cosa significa?

Però più autonomia significa un costo maggiore dell’automobile. Adesso, il modello elettrico con la maggiore autonomia è indubbiamente la Tesla Model S. Con i suoi 610 km di percorrenza è al top. Il Modello X sempre della Tesla si attesta sui 565 km e non solo.

La concorrenza è agguerrita. La Hyundai Kona Electric e la Jaguar I-Pace possono considerarsi le dirette concorrenti della Tesla con batterie per una percorrenza di 480 km con una ricarica. I bassi livelli di autosufficienza, come dicevamo, limitano l’espansione di questi veicoli ma si trattano di limiti che potranno essere ridotti già dal 2022.

Aziende di settore: gli obiettivi

Le aziende di settore, infatti, si stanno adoperando a migliorare il tempo delle batterie con l’obiettivo di circa 1.000 km a ricarica.

Quindi che fare? Attendere il 2022 per auto a maggiore autonomia, oppure puntare ai modelli esistenti? Dipende sempre dalle vostre esigenze di viaggio. In città, un veicolo elettrico potrebbe essere l’ideale per l’ambiente e per le finanze.

Ultima modifica: 6 Febbraio 2020