Punti patente: come e dove verificare il saldo

5516 0
5516 0

Il sistema della patente a punti è utilizzato a livello europeo e prevede un livello base che può essere reintegrato in caso di decurtazione. Esistono vari metodi per verificare il saldo dei punti patente e per recuperarli.

Quando si consegue una patente si acquisisce un saldo punti pari a 20. Questo livello può crescere nella misura di 2 punti ogni 2 anni se non vengono commesse infrazioni che prevedono il decurtamento di punti. Tuttavia, nel caso in cui accada una qualche forma di infrazione di questa tipologia, esistono delle soluzioni di recupero, più o meno invasive, dei punti della patente.

Dove verificare il saldo punti

 

Conoscere la situazione del proprio saldo dei punti patente è abbastanza importante, specie quando si è in presenza di infrazioni che prevedono il decurtamento dei punti. Esistono diverse modalità per effettuare questo controllo.

Uno delle prime modalità da segnalare è il sito ufficiale www.ilportaledellautomobilista.it; attraverso una sezione dedicata è possibile conoscere il proprio saldo in maniera facile e pratica. Un’altra modalità di recupero del saldo abbastanza semplice consiste nel chiamare il numero 848782782 solo da rete fissa al costo di una chiamata urbana. Una voce guidata fornirà le istruzione necessarie alla conoscenza del saldo e il numero è attivo 7 giorni su 7, 24 ore su 24.

Anche la moderna tecnologia può dare una mano in questo senso e sono diverse le app per smartphone, come ‘Ipatente’ scaricabile da Apple Store, che permettono di svolgere l’operazione in tutta comodità dal proprio telefono cellulare.

Recuperare punti della patente

 

Nel caso in cui sia stata commessa qualche infrazione che abbia intaccato il saldo punti della patente, esistono diverse strade da percorrere per ottenerne il reintegro.

Nei casi meno gravi trascorsi due anni dall’ultima infrazione senza che ne siano state commesse altre che prevedano la decurtazione di punti, il saldo totale tornerà ad essere di 20 punti iniziali. Nei casi più complessi di decurtazione è necessario invece frequentare dei corsi specifici presso le autoscuole, per reintegrare parte del punteggio perso.

Chi possiede una patente di categoria A o B, frequentando un corso di 12 ore può ottenere un reintegro fino a 6 punti; nel caso di patenti superiori di categoria C, D e E il corso dovrà essere di 18 ore per il recupero massimo di 9 punti sulla patente. I titolari di patente CQC dovranno invece frequentare un corso di 20 ore per poter recuperare un massimo di 9 punti.

I neopatentati sono premiati nella misura di 1 punto aggiuntivo ogni anno per i primi 3 anni di patente se non commettono, durante questo periodo, nessuna infrazione che comporta il decurtamento dei punti della patente.

Ultima modifica: 18 Gennaio 2018