Pulizia sedili auto: come fare

654 0
654 0

Chi possiede una macchina conoscerà bene quel senso di disagio che si prova nel dare un passaggio a qualcuno quando la propria macchina è sporca. In fondo, capita a tutti di non aver tempo o di non riuscire a mantenere puliti a lungo i propri sedili. In questo articolo troverai qualche consiglio per rendere la tua auto sempre impeccabile.

Pulizia sedili auto: opta per il fai da te

Hai capito bene: con un po’ di pazienza e olio di gomito, puoi occuparti tu stesso della pulizia della tua auto, tanto per la carrozzeria quanto per gli interni. I sedili, in particolare, a prescindere dal materiale di cui sono composti, tendono ad assorbire polvere e sporcizia. Per questo motivo, si tratta del primo accessorio a cui riservare una manutenzione costante. Di norma, si tende a optare per prodotti detergenti specifici acquistati nei supermercati, in negozio o in officina. Tuttavia, può capitare di dimenticarsi di comprarli e, per questo, di temporeggiare e posticipare più volte il momento della pulizia.

In realtà, così come non è strettamente necessario portare la macchina all’Pulizia sedili auto: come fare, allo stesso modo è possibile eseguire la pulizia della stessa tramite l’utilizzo di prodotti casalinghi, come ad esempio il bicarbonato, il sale, l’acqua e l’aceto, aiutandosi con pennelli a setole dure, panni e carta assorbente. Prima di procedere, però, è fondamentale ricordarsi di dare una passata con l’aspirapolvere. Questo consentirà di togliere briciole e residui di vario genere, insistendo in particolar modo sui tappetini e sulle cuciture dei sedili.

Una volta ultimato questo primo passaggio, si deve preparare un composto di sapone per i piatti, bicarbonato e acqua calda. Nel caso i sedili fossero in pelle o in un materiale particolarmente sensibile, si consiglia di prediligere l’uso esclusivo di sapone e bicarbonato: il primo consente di eliminare qualunque macchia o alone di grasso, donando agli interni un delicato profumo di pulito, mentre il secondo ha un’azione antibatterica che agisce in profondità. Si può concludere con un panno o un asciugamano, e insistere con una spazzola nel caso in cui ci siano chiazze difficili da eliminare. È bene, però, tenere conto che questa non è una soluzione universale per tutte le macchie. In caso di aloni di caffè o inchiostro, si consiglia di agire delicatamente con acqua e aceto nel primo caso e con lacca spray nel secondo, lasciando agire per 10-15 minuti. Optare poi per un asciugamano leggermente umido.

La pulizia dei sedili, però, non si conclude qui. Si tendono a escludere dalla manutenzione dell’auto gli spazi difficili da raggiungere, come ad esempio quelli fra sedili o al di sotto di questi. In questo caso, la riuscita dell’operazione non consiste solo nell’individuare i prodotti migliori ma anche, e soprattutto, la tecnica con cui procedere. Per poter ottenere ottimi risultati bisogna agire da dietro, ribaltando i sedili in avanti e togliendo eventuali tappetini per poter intervenire su uno spazio sufficientemente ampio. Aspirapolvere e spazzole con setole medio-dure possono essere grandi alleati.

Come ridurre i costi dell’autolavaggio

Si è soliti pensare che sia necessario spendere una gran quantità di denaro per mantenere impeccabile la propria auto. Perché, invece, non stabilire un budget massimo, tanto mensile quanto annuale, a cui fare riferimento e agire di conseguenza? Se si decide di optare per un servizio di autolavaggio ogni tre mesi, ad esempio, sarà sufficiente prestare maggiore attenzione alla cura della propria macchina. Evitare di mangiare, di utilizzare capi e scarpe sporche e di consumare bibite colorate sono stratagemmi che manterranno pulita la tua auto più a lungo.

Ultima modifica: 9 Marzo 2022