Patente scaduta: sanzioni, multe, costo per il rinnovo

9224 0
9224 0

La patente di guida è il documento amministrativo che permette la conduzione di veicoli sulle strade pubbliche e private.

Per poter ottenere il rilascio di tale documento è necessario affrontare due esami: uno teorico e uno pratico. L’esame teorico prevede un test composto da 40 quesiti di vero/falso, mentre quello pratico prevede una prova di guida. Per ottenere la patente di guida bisogna aver compiuto il diciottesimo anno d’età. Durante la preparazione agli esami per il conseguimento della patente, si è provvisti del foglio rosa, che permette di guidare il veicolo affiancati da un guidatore esperto o dall’istruttore di guida. Il guidatore esperto nello specifico deve avere almeno dieci anni di patente.

Dopo il primo conseguimento è obbligatorio il rinnovo periodico che si differenzia per età anagrafica: più si è in avanti con l’età anagrafica meno saranno gli anni di rinnovo. Capita tuttavia di ritrovarsi con la patente scaduta e allora come comportarsi? Quali sanzioni sono previste? Quanto costa il rinnovo?

Come fare per rinnovare patente scaduta

E’ bene subito precisare quando si deve fare il rinnovo della patente di guida e quando effettivamente è datata la scadenza. Intanto la disciplina per la patente di guida è contenuta nell’art.116 del codice della strada. Si è provveduto all’adeguamento poi alle normative europee con il Decreto Ministeriale del 29/03/1999. Tali modifiche in particolare hanno introdotto la patente di guida formato tessera e ne hanno previsto il rilascio non più dalla Prefettura, ma dalla motorizzazione civile.

Il rinnovo delle patenti AM, A1, A2, A, B1, B e BE è previsto fino ai 50 anni ogni 10 anni, dai 50 ai 70 ogni 5, dopo i 70 ogni tre anni.

Per le patenti C1,C1E, C, CE la validità è di 5 anni fino ai 65 anni, mentre dopo ogni 2 anni, e così via.

Per sapere la data di scadenza della patente basterà leggerla sullo stesso documento se ancora non rinnovata, mentre se è stata rinnovata di recente la data di scadenza coinciderà con giorno e mese della data di nascita.

E’ importante pertanto prestare la massima attenzione alla data di scadenza per non incappare appunto in qualche sanzione pecuniaria e/o amministrativa.

Bisogna a questo punto specificare che se la patente dovesse risultare scaduta da più di tre anni non si può più procedere al rinnovo, ma si dovrà rifare tutto di nuovo compresi gli esami. Se invece la scadenza è compresa fino ad un periodo di tre anni allora si potrà procedere al rinnovo per come successivamente indicato.

A chi rivolgersi

A questo punto per rinnovare la patente bisognerà rivolgersi o ad un’agenzia autorizzata, all’Aci e quindi alla motorizzazione civile o all’Asl.

Si dovranno effettuare due versamenti: un conto corrente postale al 9001 di 10,20 euro, e uno di 16 euro su c/c 4028.

Sarà inoltre indispensabile fare un terzo versamento variabile tra i 20 e i 50 euro per la visita medica. L’importo in questo caso dipenderà da chi si è scelto per le pratiche di rinnovo.

Il giorno della visita oltre ai versamenti si dovranno portare 2 fototessera, la patente scaduta e il codice fiscale.

Fatta la visita sarà rilasciato un certificato sostitutivo della validità di 60 giorni con il quale si potrà pure guidare fino all’arrivo della patente formato tessera.

Sanzioni e multe per guida con patente scaduta

Per chi dovesse trovarsi con una patente scaduta è necessario provvedere subito al rinnovo altrimenti sanzioni e multe potrebbero essere molto costose.

Come già detto sopra, qualora la scadenza dovesse superare i tre anni è inutile attivarsi per il rinnovo, ma si dovrà procedere con immediatezza ad nuovo rilascio con tanto di esame teorico e e di esame pratico.

L’articolo 126 del codice della strada prevede in caso di guida con patente scaduta sanzioni comprese tra i 163 e i 653 euro.

Vi è inoltre la sanzione amministrativa accessoria del ritiro della patente con obbligo di rinnovo entro 10 giorni. Qualora si dovessero poi superare i 10 giorni dalla sanzione allora si dovrà presentare in Prefettura il certificato medico di avvenuto rinnovo e solo così la si potrà riavere.

Domanda frequente in questo tipo di situazione è inoltre se un’altra sanzione aggiuntiva è la decurtazione dei punti. A differenza di altre infrazioni, molto discutibilmente, il codice della strada invece non prevede in alcun modo la decurtazione dei punti.

Un caso molto frequente e sfortunato che si può verificare con patente scaduta è un incidente. In questo caso le compagnie assicurative garantiscono la copertura assicurativa, ma è prevista eventualmente la rivalsa sull’assicurato. L’assicurazione pagherà quindi i danni al danneggiato, ma potrà rivalersi sul conducente con patente scaduta.

Quanto costa rinnovare la patente

I costi per il rinnovo possono variare in funzione dell’agenzia che provvederà al rinnovo. Rimangono fissi i versamenti di 10,20 euro e 16,00 euro. A questi andranno aggiunti i costi di una marca da bollo e della visita medica. Proprio la visita medica è in realtà il vero discriminante del costo. Se si procederà presso l’Asl avremo costi compresi tra 20 e 50 euro.

Se viceversa ci si rivolgerà ad agenzie autorizzate allora i costi potrebbero lievitare a partire da 80 euro fino ai 130 euro.

I documenti per il rinnovo

Per rinnovare la patente sarà sufficiente predisporre due versamenti, uno sul c/c 9001, ed u altro sul c/c 4028. Si dovranno inoltre portare con sé la patente scaduta, il codice fiscale, due fototessera e laddove è previsto l’utilizzo delle lenti per guidare anche gli occhiali che si indossano. Saranno poi rilasciati il certificato medico ed un certificato sostitutivo per poter guidare in attesa della patente la cui consegna generalmente avviene entro 10 giorni dalla visita.

Dove rinnovare la patente scaduta

Rinnovare la patente in un posto piuttosto che in altro è indifferente, ma varia in tal caso il costo. Ci si potrà rivolgere così all’Asl di riferimento con appuntamento, all’Aci o ad un suo sportello delocalizzato, oppure ancora ad una delle tante agenzie di pratiche auto presenti sul territorio. Molto frequente tuttavia il rinnovo presso le autoscuole anche qui su appuntamento.

Ultima modifica: 30 Marzo 2017