Olio motore: quando e come si cambia

326 0
326 0

Una corretta manutenzione dell’auto implica un check-up completo che comprensivo anche del controllo periodico del livello dell’olio motore. Un livello insufficiente o errato dell’olio può essere, di fatto, causa di danni critici al motore e alla vettura nella sua interezza. Il controllo dell’olio è, in realtà, un’operazione molto semplice. Vediamo, allora, come si controlla e come si cambia l’olio motore dell’auto.

Come controllare e cambiare l’olio motore dell’auto

Prima di proseguire con il cambio diretto dell’olio motore, è importante controllarne prima il livello nel contenitore apposito. L’operazione di controllo del livello dell’olio prevede i seguenti passaggi, da effettuare a motore spento, con l’auto parcheggiata in piano e con il freno a mano tirato:

  • Aprite il cofano e aspettate che l’olio motore si stabilizzi.
  • Munitevi di guanti protettivi per estrarre l’asta del livello dell’olio caratterizzata dalla presa ad anello. A questo punto, è necessario eliminare dall’asta l’olio rimanente con un fazzoletto di carta e riposizionare l’asta nel contenitore. Estraendo l’asta per la seconda volta, è finalmente possibile esaminare il livello dell’olio.
  • Se il livello dell’olio è compreso tra la tacca del livello minimo e quella del livello massimo situate sull’asta di riferimento, allora non c’è bisogno di alcun intervento. Altrimenti, è d’obbligo procedere con un rabbocco o un cambio olio completo.
  • Tramite l’aiuto di un imbuto, rabboccate il motore con la giusta quantità di olio, controllandone di volta in volta il livello.
  • A seguito del controllo del livello dell’olio, del rabbocco o del cambio olio, è buona norma assicurarsi di aver chiuso per bene l’asta del livello dell’olio insieme al tappo di riempimento dell’olio.

Dopo aver richiuso correttamente il cofano e pulito eventuali macchie di grasso e olio sulla vettura, l’operazione di controllo dell’olio sarà completata e l’auto sarà di nuovo pronta all’utilizzo.

Quando cambiare l’olio motore dell’auto

In genere, problematiche relative al contenitore dell’olio motore sono palesate al conduttore tramite l’accensione a intermittenza della spia rossa dell’olio, presente sul cruscotto. In particolare, la spia si accende quando la pressione o il livello dell’olio motore sono troppo bassi.

Se il controllo dell’olio evidenza un livello dell’olio al di sotto della tacca del livello minimo, è bene controllare il chilometraggio percorso dall’ultima volta che è stato cambiato. Per non sbagliare, consultate l’intervallo di cambio olio raccomandato dal produttore della macchina sul libretto delle istruzioni. In generale, è raccomandato effettuare un cambio olio completo ogni 15.000 km percorsi per le auto a benzina.

Ultima modifica: 5 agosto 2022