Museo Mille Miglia di Brescia: tutto quello che c’è da sapere

1155 0
1155 0

Mille Miglia: una delle competizioni motoristiche che hanno fatto la storia delle quattro ruote. Anche i non appassionati di macchine avranno senz’altro sentito parlare della Mille Miglia. A Brescia c’è stato chi ha voluto dedicare al mito un luogo nel quale trovare tutto, ma proprio tutto di quella storia. L’iniziativa di dar vita a un Museo dedicato alla Mille Miglia è stata ideata e realizzata dall’omonima Associazione bresciana, costituita da imprenditori locali costituitisi come “amici della Mille Miglia” nel dicembre del 1996.

Il Museo Mille Miglia

Il nuovo centro espositivo ha aperto al pubblico il 10 novembre 2004. Diciotto anni portati benissimo, mostrando una maturità insospettabile per una realtà non ancora maggiorenne. Per realizzarlo è stato necessario ristrutturare il complesso monastico di Sant’Eufemia, di proprietà del Comune di Brescia, recuperando l’immobile di grande valore archeologico, storico e architettonico che da lungo tempo stava subendo un degrado inarrestabile.

Una peculiarità che rende unico il Museo della Mille Miglia di Brescia in quanto associa la passione per i motori alla testimonianza storica e alla bellezza artistica. Per i mecenati fondatori, la struttura non doveva rappresentare la solita teca di memorabilia o un polveroso archivio, ma ricostruire un evento sportivo-culturale.

Grazie all’impegno di collezionisti privati e alla collaborazione con altri musei di auto storiche tra cui il Mercedes-Benz Museum con il quale è stato firmato un apposito accordo, il Museo Mille Miglia ha potuto dotarsi di gioielli su quattro ruote da esporre. Le auto in mostra sfilano nello spazio espositivo avvolte da allestimenti e scenografie che richiamano, agli occhi dello spettatore, i vari periodi ed epoche storiche toccati dalla corsa.

L’Archivio

Per i patiti della storia, il Museo della Mille Miglia conserva l’archivio della corsa che custodisce circa centotrentamila documenti che Renzo Castagneto e il suo staff preservarono nelle diverse sedi dell’Automobile Club di Brescia, nel periodo tra il 1927 e il 1957.

Ottimo per la ricerca e lo studio nell’ambito delle corse d’auto d’epoca, l’Archivio contiene tutto il materiale organizzativo delle gare: schede di iscrizione dei concorrenti, corrispondenza con le scuderie e le case automobilistiche, classifiche, ordini di partenza, tabelle, rassegne stampa con articoli, giornali e riviste dell’epoca e i famosi “Numeri unici”.

Il Museo è visitabile tutti i giorni dalle 10 alle 18, con ultimo ingresso alle 17. E veniamo al capitolo prezzi. Il biglietto intero costa 10 euro, le persone che hanno superato i 65 anni ne versano 8, i ragazzi dagli 11 ai 16 anni .

I bambini fino ai 10 anni accedono gratuitamente. Per i soci Aci l’ingresso è aperto sempre ed è disponibile al prezzo di 6 euro. All’interno del museo si trova un ampio store che offre una vasta gamma di merchandising e importanti pubblicazioni sulla storia, sulle macchine, sui piloti della “corsa più bella del mondo”.

Ultima modifica: 22 Febbraio 2022