Motocross, quanto costa la manutenzione annuale

31756 0
31756 0

Il costo annuale per la manutenzione di una due ruote da motocross dipende da molti fattori: la marca, il modello, l’anzianità della moto, l’uso più o meno intenso che se ne fa.
Qui di seguito vi offriamo un paio di esempi sui costi che sono tratti dall’esperienza individuale di alcuni piloti di motocross. Ovviamente hanno solo un valore esemplificativo, anche perché, come si diceva, la variabili sono tante.

Manutenzione ordinaria

Se prendiamo come riferimento una Honda CRF 450 R modello 2007 e ipotizziamo circa venti ore di utilizzo con una media di due uscite alla settimana, prima di tutto sarà necessario mettere in conto almeno un cambio olio ogni dieci o dodici ore di impiego. Tutto ciò, considerando anche il filtro dell’olio, equivale ad una spesa media mensile per la manutenzione ordinaria di circa cinquanta euro.

Se parliamo poi di cambio del pistone, per questo modello di moto, va fatto ogni quaranta o cinquanta ore di utilizzo. La spesa per pistone e insieme dei segmenti può aggirarsi sui 135 euro (82 il pistone, 53 i segmenti), senza considerare l’iva e la spesa di manodopera, che aggiungerà una trentina di euro.

Inoltre ogni venti ore di utilizzo andrà effettuato un controllo alle valvole, con una spesa complessiva di circa centro euro per controllo.
Se consideriamo poi le gomme, la frizione e le pastiglie, la spesa effettiva dipende da chi guida la moto, nel senso che l’usura di queste componenti ha a che fare col tipo di guida proprio di ciascun pilota.
Diciamo che le cifre enumerate sopra fanno riferimento a un impiego non competitivo, come potrebbe essere la solita uscita domenicale divertente ma non eccessivamente impegnativa.

Manutenzione per uso competitivo

Secondo alcuni se si vuole fare motocross divertendosi, e magari anche con un mezzo mediamente competitivo, la 450 a quattro tempi è la soluzione ideale, perché come costi non ha pretese esagerate come potrebbero essere quale richieste da una 250 F. Il motore è molto potente e nei modelli più recenti è abbastanza gestibile, anche se nel complesso la 450 R rimane una moto da trattare con un certo rispetto.

Prendiamo ora ad esempio una CRF 250 del 2006. Per questa moto il cambio olio va fatto ogni sei ore di impiego e siamo sui venti euro a cambio, più quattro euro per il filtro; per quanto riguarda la benzina, con cinque litri è possibile effettuare due uscite senza rischi di rimanere senza benzina; il controllo delle valvole invece va fatto ogni venti/venticinque ore e costa circa 50 euro; il cambio del pistone, invece, richiede una spesa che si aggira sui 150 euro (all’anno, ovviamente).

Ultima modifica: 28 Maggio 2019