Manutenzione iniettori a pompa: cosa fare

3732 0
3732 0

La vostra auto ha difficoltà ad avviarsi oppure emette fumi di scarico neri? I consumi della macchina e le prestazioni del motore vi sembrano compromessi? La causa potrebbe essere legata ad un cattivo funzionamento degli iniettori a pompa. Questi dispositivi cilindrici sono responsabili del passaggio del carburante dal serbatoio al motore ed è quindi necessario assicurarsi che siano sempre in buono stato.

Con il passare del tempo, infatti, e a causa delle impurità presenti nei carburanti, gli iniettori tendono a sporcarsi, compromettendo il corretto funzionamento del motore. Il controllo e la cura periodici, non garantiranno soltanto il buon funzionamento della vostra auto, ma consentirà anche di tenere sotto controllo le emissioni inquinanti.

Quando è necessario pulire gli iniettori a pompa

A meno che la macchina non dia segnali d’avviso come ad esempio la difficoltà nell’avviamento, un aumento dei consumi di carburante o produca gas di scarico neri, sarebbe buona norma procedere ad un controllo degli iniettori a pompa ogni 20/25 mila kmpercorsi. Generalmente si tratta di una pratica che viene eseguita automaticamente dal meccanico al momento della realizzazione del regolare tagliando. Per quanto riguarda la sostituzione, qualora gli iniettori vengano trattati con le dovute cure, se ne parla solitamente prima di aver percorso 150mila Km.

Come procedere con la manutenzione degli iniettori a pompa

Come anticipato, i danni principali sono dovuti all’usura e alle impurità presenti nei carburanti, nonostante gli iniettori siano dotati di appositi filtri. A seconda dei casi, è possibile procedere alla pulizia e manutenzione degli iniettori con rimedi più o meno autonomi e più o meno economici.

  • Rifornimenti con carburanti additivati: si trovano generalmente presso tutti i distributori di benzina e contribuiscono alla manutenzione ordinaria. Facendo il pieno con un carburante additivato ogni 5/10 km si può garantire una buona cura degli iniettori con una spesa contenuta.
  • Utilizzo di additivi specifici per la pulizia: sono facilmente reperibili nei negozi di ricambi per auto ed è sufficiente aggiungerli al gasolio o alla benzina quando il serbatoio è quasi vuoto.
  • Pulizia professionale: si tratta di una soluzione più invasiva e costosa, ma dalla riuscita garantita. Affidando la pulizia degli iniettori ad un’officina specializzata, il motore verrà smontato e gli iniettori saranno puliti e lubrificati manualmente.Solitamente, è necessario ricorrere ad un intervento di questo tipo quando le soluzioni precedenti non funzionano e i problemi persistono, oppure, caso ancor più estremo, qualora nel serbatoio venga introdotto gasolio anziché benzina, o viceversa.
  • Sostituzione: è necessario ricorrere a questa opzione qualora gli iniettori non funzionino perché troppo usurati, oppure nel caso in cui gli interventi descritti in precedenza non portino alla risoluzione del problema.

Ultima modifica: 19 Giugno 2019