Gomma bucata in autostrada: cosa fare

141 0
141 0

L’incubo peggiore per gli automobilisti? Ritrovarsi con una gomma bucata in autostrada. Un evento imprevisto che manderebbe nel panico anche l’automobilista più sicuro. In questo caso, bisogna sempre ricordare alla sicurezza. Alla propria e a quella degli altri automobilisti. Purtroppo la cronaca riporta sempre più spesso articoli di gravi incidenti in autostrada dovuti alla poca sicurezza. Quindi in caso di foratura mentre si sta percorrendo l’autostrada, è sempre consigliato seguire la corretta procedura.

Fase Uno: Allontanarsi dal traffico

Quando ci rendiamo conto di avere bucato una gomma, la prima cosa da fare è quella di allontanarsi il prima possibile dal traffico, cercando –se è possibile- di raggiungere la prima piazzola di sosta. Solitamente le piazzole di sosta si trovano a 2 chilometri di distanza l’una dall’altra. Oppure se si è vicini a una stazione di servizio, sarebbe meglio fermarsi lì che nella piazzola di sosta. E se state pensando di fermarvi nella corsia d’emergenza… ebbene, non fatelo mai, perché è vietato. Il Codice della Strada nell’articolo 276 (comma 5) vieta la sosta e la fermata nella carreggiata e negli svincoli autostradali, solo in caso di una situazione di emergenza come un malore improvviso.

Fase Due: La piazzola di sosta

Una volta raggiunta la piazzola di sosta, scendere dall’automobile indossando il gilet catarifrangente (sia di giorno, sia di notte) e mettere il triangolo di emergenza a una distanza dal veicolo di circa 100 metri. Misure di sicurezza che devono essere eseguite.

Fase Tre: Cambiare la gomma con il Fai da te

Quindi a questo punto bisogna rimboccarsi le maniche e passare alla fase della sostituzione. Purtroppo, nel tempo i veicoli si sono evoluti e la maggior parte di essi hanno dei cerchioni più grandi e pneumatici più pesanti. Due cambiamenti che hanno reso più difficoltosa la sostituzione della gomma bucata. Quindi la procedura è sempre la stessa: sistemare i crick sotto il veicolo e alzarlo, smontare il cerchione, allentare i dadi della ruota e smontarla. Cambiarla con quella di scorta e rifare il percorso inverso. Nel caso non si dovesse avere a disposizione né la ruota di scorta né il ruotino, si utilizzerà il kit di riparazione della ruota ‘Fai da te’ che permetterà di riprendere il viaggio fino al primo gommista.

Fase Tre Bis: Il soccorso stradale

Una soluzione più semplice e con meno complicazioni è quella di chiamare il soccorso stradale dell’ACI oppure quello della propria assicurazione.

Ultima modifica: 12 Dicembre 2022