Gomma bucata: cosa fare?

1883 0
1883 0

Una gomma bucata è un’evenienza tutt’altro che rara. Chiodi, sassolini appuntiti e pezzi di metallo sono tutti elementi che potrebbero provocare un foro nella gomma della propria auto. Quando si verifica questa circostanza, la soluzione migliore è procedere con la sostituzione immediata della gomma.

Cosa succede quando si guida con una gomma bucata

Se ci si accorge che una delle proprie gomme ha subito un danno, è necessario accostare e cercare una soluzione lontano dalla strada. Continuare a guidare con una gomma bucata, infatti, potrebbe causare un incidente, mentre lasciare la vettura ferma in mezzo alla strada, significherebbe per il conducente rischiare di essere investito.

Generalmente, ci si accorge subito di avere una gomma bucata. Ciò accade perché si avverte la sensazione che l’auto “tiri” verso destra o verso sinistra. Tuttavia, se la gomma bucata si sgonfia lentamente, è difficile accorgersi del danno: è il caso degli pneumatici tubeless, privi di camera d’aria. Le gomme tradizionali, invece, si sgonfiano più velocemente e, per questa ragione, agevolano il riconoscimento del danno.

Come comportarsi in caso di gomma bucata

È sempre consigliabile attrezzare la propria vettura per ogni tipo di evenienza. Nel caso in cui ci si accorga di avere una gomma bucata, è necessario sostituirla. Per fare ciò sono necessari alcuni strumenti:

  • un cric per sollevare l’auto;
  • una chiave a croce universale per le ruote (17x19x22 mm);
  • dei guanti da lavoro;
  • un giubbotto catarifrangente, indumento obbligatorio da indossare quando si esce dall’abitacolo in caso di guasti alla vettura;
  • una torcia, utile nel caso in cui l’inconveniente si verifichi durante le ore notturne.

Se si posseggono questi attrezzi, si può procedere con la sostituzione della gomma bucata. Prima di tutto, è necessario posizionare l’automobile in una zona sicura, indossare il giubbotto catarifrangente e posizionare il triangolo di pericolo a 50 metri di distanza dalla propria auto.

Una volta compiuti questi passaggi, è possibile occuparsi della gomma forata. Vediamo le fasi principali della sostituzione dello pneumatico:

  • svitare i dadi della gomma da sostituire;
  • utilizzare il cric per sollevare l’auto in modo che la gomma in questione non tocchi terra;
  • sostituire lo pneumatico bucato con quello di scorta;
  • abbassare l’auto e rimuovere il cric;
  • avvitare i dadi del ruotino di scorta.

Compiuti questi passaggi, è possibile rimettersi alla guida. Tuttavia, è consigliabile recarsi immediatamente da un gommista per procedere con la sostituzione del ruotino di scorta. Ciò perché, se si percorrono molti chilometri con il ruotino di scorta a velocità sostenuta, il veicolo rischia di sbandare. Il ruotino di scorta, in caso di gomma bucata, dunque, rappresenta una soluzione solo temporanea.

Ultima modifica: 17 Novembre 2021