Giro d’Italia elettrico, quando comincia e le regole

2053 0
2053 0

Chi lo ha detto che il Giro d’Italia è una competizione solo per ciclisti agonisti? In realtà, esiste anche un giro di Italia alternativo, messo a punto con un fine ben preciso: far conoscere e diffondere la filosofia della mobilità sostenibile, in particolare di quella elettrica. A organizzare il Giro una nota società di noleggio a lungo termine, LeasePlan. La quale, grazie alla collaborazione con Volkswagen e Repower ha messo a punto un viaggio a emissioni zero. Dunque il giro elettrico si svolge a bordo di auto elettriche e coinvolge 4 importanti città italiane: Roma e Milano – è questa la prima tappa – e Torino e Venezia, protagoniste della seconda tappa. Ma vediamo i dettagli di questa interessante iniziativa.

Le date e le tappe

Il tour è partito dalla Capitale il 23 febbraio scorso, diretto verso Milano. nel mezzo alcune interessanti tappe: il noto ristorante “Casa Vissani” – siamo dunque in provincia di Terni – e poi, naturalmente, Firenze, Modena, Milano.

Da Milano ha preso avvio la seconda parte del tour, ossia si è proceduto verso Torino, per poi toccare Sirmione e giungere, quindi, a Venezia. Un chilometraggio non banale, dunque, che ha mostrato i vantaggi delle auto elettriche e che ha sfatato alcuni falsi miti, per esempio quello del problema della ricarica.

E’ evidente, infatti, che le automobili elettriche sono state ricaricate e che non si sono avuti problemi nel reperire le famose “colonnine”. Vantaggi che non si riducono solo al minor numero di emissioni in atmosfera, ma anche ai costi di viaggio. Inoltre – e non è di secondaria importanza – si è visto come non ci sono problemi a entrare anche nelle zone a traffico limitato, centri storici in primis.

Noleggiare l’elettrico

La prima obiezione che si muove verso le automobili elettriche, oltre al problema dell’autonomia, è il costo iniziale della vettura.

Con il Giro d’Italia Elettrico, la società LeasePlan ha voluto sottolineare che si può tranquillamente ovviare ai costi maggiori di acquisto, con un semplice e moderno escamotage: l’auto (elettrica) si può noleggiare.

In pratica, pagando un canone mensile, si può comodamente utilizzare l’auto elettrica tutti i giorni – esiste infatti la formula del noleggio a lungo termine – senza però sostenere i costi iniziali di acquisto.

Ultima modifica: 21 Marzo 2019