Furto auto: cosa fare e a chi rivolgersi

1298 0
1298 0

Il furto dell’auto è un evento tanto spiacevole quanto fastidioso che può capitare a chiunque. Anche solo una piccola disattenzione è sufficiente per incappare in un esperto di questo tipo di reato. Allora come ci si comporta nel caso in cui l’auto viene rubata? Ecco qui una guida su cosa fare e a chi rivolgersi in caso di furto auto.

Come comportarsi in caso di furto auto

Quando ci si rende conto che l’auto non è più dov’era stata parcheggiata, la realizzazione non tarda ad arrivare: l’auto è stata rubata. In questo spiacevole scenario, non bisogna disperare, ma agire con sangue freddo. Ecco, quindi, i passaggi da seguire se si subisce un furto auto:

  • Sporgere denuncia: il primo passo da compiere è rivolgersi alla stazione dei Carabinieri più vicina o recarsi al Commissariato di Polizia. In questa fase, le Autorità redigono il verbale di denuncia, compilandolo con le informazioni sull’auto e della dinamica dell’evento.
  • Recarsi al Pubblico Registro Automobilistico (P.R.A.): in questa sede bisogna richiedere il certificato di perdita di possesso dell’auto. Questo documento consente di essere esenti dal pagamento del bollo nell’anno corrente e per quelli successivi in riferimento al veicolo rubato.
  • Comunicare il furto alla compagnia di assicurazione: ci si può rivolgere alla compagnia assicurativa tramite un intermediario o personalmente con una raccomandata con ricevuta di ritorno. Sarà necessario consegnare l’estratto conto rilasciato dal P.R.A. con il certificato di perdita di possesso, una copia del certificato di proprietà e la serie di chiavi dell’auto.

Per poter aprire la pratica di rimborso, la compagnia di assicurazione richiederà i documenti necessari per avviare la liquidazione entro il termine di 3 giorni dal fatto.

A chi spetta il rimborso?

Tra i documenti da compilare e richiedere, il verbale firmato è quello necessario che permette di ottenere il rimborso da parte dell’assicurazione. Risulta particolarmente importante conservarne attentamente una copia. Tuttavia, prima di avviare la pratica di rimborso, è fondamentale controllare che il contratto con la compagnia di assicurazione comprenda una polizza furto e incendio oppure solo furto.

Chi è coperto da questa polizza furto avrà diritto a un indennizzo equivalente al danno totale (furto dell’auto) o a quello parziale. Il rimborso non sarà mai pari al costo del veicolo nuovo, ma verrà preso in considerazione il valore che l’auto aveva nel momento del furto: esiste una percentuale di deprezzamento per ogni anno di vita della vettura.

Ultima modifica: 2 Settembre 2022